Il casaro Osvaldo Nicolodi, del caseificio del Gottardo, con alcune forme del premiato «Gottardo».

L’oro del Gottardo

Produttori locali — Anche quest’anno il Caseificio dimostrativo del Gottardo si è distinto al Concorso svizzero dei prodotti regionali di Delémont.

Il Concorso svizzero dei prodotti regionali, che da 6 anni ha luogo nel canton Giura, a Delémont-Courtemelon, ha lo scopo di valorizzare i prodotti tipici dei diversi territori elvetici. Alla manifestazione, che quest’anno si è tenuta a fine settembre, hanno aderito 24 cantoni, rappresentati al meglio da centinaia di produttori, che per l’occasione hanno portato in Svizzera romanda oltre mille prodotti. Le specialità iscritte al concorso, suddivise in cinque categorie, sono state sottoposte al vaglio di una giuria composta da specialisti di analisi sensoriale, personalità del mondo della gastronomia e rappresentanti dei consumatori. Le degustazioni alla cieca sono state fatte da gruppi costituiti da professionisti, produttori e consumatori.

Il Ticino, anche nel 2015, si è difeso davvero bene, distinguendosi particolarmente nella categoria dei prodotti caseari, dove il Caseificio di Airolo, con il suo pregiato Gottardo, si è aggiudicato la medaglia d’oro. Il raffinato formaggio leventinese a pasta semi dura è infatti risultato essere il più apprezzato in gara, catapultando di diritto i collaboratori della dinamica struttura airolese nell’olimpo dei migliori produttori svizzeri di formaggio.

«È il giusto riconoscimento per tutti gli sforzi fatti» sottolinea soddisfatto il casaro Osvaldo Nicolodi. Si parla di un cacio di qualità superiore, ricavato da puro latte vaccino di montagna altamente selezionato e proveniente dall’area del Gottardo: «dove le nostre mucche si nutrono solo di genuina erba e fieno della regione, senza insilati». Questo formaggio viene fatto riposare fino a tre mesi nelle cantine del caseificio, in uno spazio rigorosamente controllato. «Durante la maturazione la temperatura è costantemente intorno ai 12 gradi e si registra un’umidità dell’80-90 per cento». Le forme di sei chili sono rivoltate, spazzolate e ispezionate manualmente con ritmi settimanali. «Verifichiamo con scrupolo lo stato della stagionatura e le condizioni ambientali, per garantire sempre l’eccellenza del prodotto».

La clientela può acquistare il formaggio Gottardo nelle maggiori filiali Coop.


Gli abbinamenti

Questo raffinato formaggio dolce e aromatico si sposa perfettamente con un vino bianco secco o un buon Merlot del Ticino corposo. Un classico, ma semplicemente delizioso, se consumato con polenta o con patate bollite. Ottimo pure accompagnato da miele di montagna o mostarde Vanini. Non può mancare su un tipico tagliere ticinese, con pane nostrano e salumeria locale sia dolce sia piccante. Incantevole pure gustato con fichi e pere, pani fruttati o alle noci.

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

Testo: Luca Corti
Foto: TiPress
Pubblicazione:
lunedì 07.12.2015, ore 00:00


Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?