Una donna a caccia di asteroidi

L’astrofisica Carrie Nugent spiega perché è nostra responsabilità continuare a scrutare i cieli. — MATTIA BERTOLDI

Su internet è disponibile l’intervento di Carrie Nugent, registrato un anno fa sul palco di TED2016. La sua professione? Cacciatrice di asteroidi.
Laureata in geofisica e astrofisica, la Nugent fa parte di un gruppo di lavoro incaricato di scrutare i cieli alla ricerca di asteroidi. Ed è proprio con un pezzetto di corpo celeste che si è presentata davanti al pubblico, descrivendolo come «qualcosa di eccezionalmente antico, con un’età che supera i quattro miliardi anni».
Gli asteroidi («i nostri vicini di casa nel cosmo») sono oggetto di ricerca di una nutrita comunità di scienziati. «Lo scorso anno abbiamo scoperto 1.556 asteroidi in volo vicino all’orbita della Terra, portando così il totale dei corpi conosciuti a 13.733. Di ognuno di loro conosciamo aspetto e traiettoria. Però ci sono anche quelli che si presentano da noi in maniera inaspettata».
L’esempio classico è l’asteroide del diametro di 10 chilometri che 66 milioni di anni fa colpì la Terra, provocando l’estinzione del 75% di specie vegetali e animali, dinosauri inclusi. «Solo negli ultimi 40 anni ci siamo resi conto che gli asteroidi possono rappresentare una minaccia reale per il nostro pianeta. Stiamo quindi facendo molto per scoprire e catalogare questi oggetti, sfruttando i telescopi a nostra disposizione».
E i risultati sono arrivati. Anche se rimane molto da fare. «Nel 2010 – ha concluso la Nugent – la comunità degli scienziati ha annunciato di aver scoperto oltre il 90 per cento degli asteroidi con diametro superiore al chilometro, capaci di distruggere in maniera massiccia la Terra. Il nostro compito non è però concluso: ci sono asteroidi di diametro superiore ai 140 metri in grado di decimare un paese di media dimensione e fino a ora ne abbiamo catalogato solo il 25%. È quindi nostra responsabilità continuare a perlustrare il cielo perché, a differenza di terremoti, uragani ed eruzioni vulcaniche, l’impatto di un asteroide può essere previsto e anticipato».

Dal 1984, TED organizza acclamate conferenze, grazie alle quali diffonde nel mondo le idee più meritevoli. Dal 2011, eventi indipendenti sono organizzati anche a livello regionale (ad esempio a Lugano), all’interno del circuito TEDx.

Torna al menu «Un'idea TED»
Vai alla sezione «Attualità»
Torna all'Homepage

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.


ARTICOLI IN EVIDENZA



Un operatore sociale
con la videocamera

Il documentarista luganese Olmo Cerri ci parla del suo particolarissimo lavoro di ricerca sull’immigrazione italiana in Ticino.


*****

Il figlio di Ivan Graziani
si fa strada

Ecco Sala Giochi, il secondo album di Filippo, 36enne che cerca di seguire le orme del papà. Con discreto successo.

*****





Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?