Adele: bravissima,
intensa e coinvolgente

È uno dei dischi più attesi dell’anno. Il terzo capitolo della storia di Adele, una delle migliori cantautrici in circolazione, amata dalla critica e da un pubblico multigenerazionale.

Diciamolo subito: 25 è un ottimo lavoro, che conferma la vena agrodolce dell’artista inglese, bravissima nel raccontare i patemi del cuore con una voce da fuoriclasse, intensa e coinvolgente, mai sguaiata. L’atmosfera dell’album non si discosta molto dal passato e punta sulle ballate, a partire dal singolo Hello, un lento melodico che si dispiega in un potente ritornello. Romantiche e strappacuore sono Remedy e When We Were Young, mentre Send My Love (To Your New Lover) è più pop e scanzonata e Million Years Ago vanta un retrogusto nostalgico (con una suggestiva trama di chitarra acustica). Piacciono i sapori soul gospel di River Lea e la vena più sperimentale di Sweetest Devotion. Un cd elegante e di spessore, ricco di belle canzoni. Unico (piccolo) difetto, quello di giocare sul sicuro e non osare di più: Adele ha talento e carte in regola per fare anche meglio. Sarà per la prossima volta.

ARTICOLI PRECEDENTI

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione

Testo: Diego Perugini

Pubblicazione:
martedì 01.12.2015, ore 00:00


Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?