Avete bambini? Le vacanze fatele così

Mare o montagna? Con l’aiuto di una psicologa scioriniamo qualche consiglio utile su come trascorrere una vacanza piena e rilassante con i figli. – CARMELA MACCIA

Al mare o in montagna non importa… ciò che conta è che l’aspettativa soddisfi tutti. I consigli di Emanuela Iacchia, psicologa e psicoterapeuta dell’età evolutiva e formatrice presso la Croce Rossa Svizzera, sezione Ticino.

…Clima mediterraneo o tropicale

La meta delle vacanze deve essere il giusto compromesso che soddisfi le esigenze dei genitori e quelle specifiche del bambino. Ad esempio, una famiglia con bambini piccoli dovrebbe scegliere una meta che si raggiunge in poche ore di viaggio, indipendentemente dal mezzo scelto. Idealmente, le condizioni climatiche non devono discostarsi da quelle di provenienza. I bambini piccoli mal sopportano gli sbalzi climatici. La vacanza è  il luogo in cui la famiglia lascia a casa il tran tran quotidiano, quindi ha più tempo per le esigenze della piccola comunità. Vista così, diventa un’occasione di crescita per tutti.

…Albergo o casa

Dal punto di vista logistico la struttura alberghiera è più comoda, ma gli spazi per ospitare una famiglia sono più limitati. In un villaggio turistisco, una villetta, a pochi metri dalla spiaggia, è ideale: accontenta i bambini, grazie alle attività ludiche e di intrattenimento; i genitori che sanno di lasciare i propri bambini in mani esperte. Talvolta e per i casi eccezionali, gli animatori sono anche disposti a fare babysitting. In montagna è la baita a farla da padrone. Chi rimane, vive la propria città, scopre i polmoni verdi cittadini, attrezzati di parchi giochi; visita un museo adatto alle esigenze del bambino, fa balneazione lungo i laghi e i fiumi di casa. L’avventura non manca.



…Il costo di una vacanza
La pianificazione di una vacanza  non deve svenare. Andare in ferie è rigenerante, ma è giusto organizzarsi nel rispetto della propria capacità economica.

…Passione montagna
I bambini piccoli potrebbero avere difficoltà respiratorie dai 1.500 metri in sù. Dovessero diventare, senza una ragione, pallidi, lamentare mal di testa, piangere e piantare grane, ascoltarli e riportarli a valle, perché potrebbero essere i sintomi del mal di montagna.

…Passione mare
Al mare, i bambini piccoli devono essere ben protetti. La loro pelle è sensibile. Non lesinare sulle creme solari a loro più adatte. Un cappellino è indispensabile.Dopo il bagno, fare la doccia al piccolo, anche se piagnucola. Sfruttare le ore fresche del mattino e del tardo pomeriggio per evitare insolazioni, affaticamento e potenziali collassi, causati dal caldo eccessivo, dalla mancanza di sali e acqua, espulsi attraverso la sudorazione.

…Rituali e regole
Il bambino è abitudinario. In vacanza, rassicurarlo mantenendo i rituali è importante. Lasciarlo dormire con il peluche preferito, raccontargli la fiaba della buona notte. Lasciare ai bambini il tempo di annoiarsi, stimola la loro creatività. Favorire e incoraggiare l’incontro con i coetanei e i più grandicelli  allena la loro capacità di socializzazione e di confronto con gli altri. Farsi raccontare come vivono le nuove esperienze permette di capire se sono a proprio agio. In vacanza non si diventa maleducati, ma si può andare a dormire tardi, avere un gelato in più…, e si dedica un po’ di tempo ai compiti…

…La vacanza che spacca
La vacanza fa nascere aspettative, che devono portare beneficio a tutti. In una struttura organizzata, i genitori possono ritagliarsi qualche serata per sé, quando gli animatori propongono il pigiama party. Il passeggino multiuso soccorre i genitori con bebè. A tavola i bimbi si stancano presto: quaderni da colorare e un ristorante, trattoria, pizzeria che accoglie i bambini, con un menu a loro adatto, è ideale.

Foto: Getty Images

Torna al menu «Scuola e infanzia»
Vai alla sezione «Famiglia»
Torna all'Homepage

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?