toolbar

Natalia Ferroni
ha scritto il 09.04.2018


C'è latte e latte

Chi beve un bicchiere di latte spesso non si rende conto della raffinatezza di questo prodotto creato dalla natura: è costituito per sette ottavi da acqua e per un ottavo circa da grassi, proteine, zucchero e sali minerali. 

Insomma, uno dei pochi alimenti completi e un mix di elementi nutritivi che lo rendono anche estremamente versatile: formaggio, yogurt, panna, gelato, cioccolato e altri prodotti vengono realizzati utilizzando il prezioso liquido bianco. Nell’immaginario collettivo, inoltre, il latte viene identificato con genuinità e freschezza. In un Paese come il nostro, che per due terzi
è coperto da prati e pascoli, è difficile pensare un mondo senza latte. Eppure, ne beviamo sempre meno, attualmente 58 litri a persona e all’anno, nel 2010 erano ancora 70 litri circa. Definirla “bevanda nazionale” è ormai improprio. Un confronto curioso? In Irlanda la media si aggira sui 125 litri (!), in Italia sui 48 litri a testa. Ritornando in Svizzera: il consumo di formaggio, invece, “tiene botta” e si aggira sulla ventina di chili a persona e anno. 20 chili che risvegliano emozioni e piacevoli ricordi: dalla fondue in compagnia al formaggio d’alpe delle nostre montagne. In particolare, sono le specialità di latte ovino e caprino a trovare sempre più buongustai. E di un prodotto speciale parliamo nel reportage di apertura: il latte da fieno. Si tratta di una forma più genuina della filiera lattiera, radicata nella tradizione contadina svizzera, quella che produce latte da vacche alimentate con erba e fieno, senza foraggio insilato. Oggi, solo una mucca su tre viene allevata in questo modo. 


Articolo precedente E ora c'è voglia di pulito
Articolo successivo La creatività del grill

 

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.


Abbonarsi a questo blog:

Abbonarsi via e-mail:
Per favore correggete il vostro indirizzo e-mail


Per favore confermare


LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione