Thomas Winkler, responsabile del Digital Management da Svizzera Turismo. (Foto: Swiss-image.ch, Médiathèque Valais-Sion/mad.)

Vai col "www"!

Turismo – Dall’età della pietra sono trascorsi tre milioni di anni, dagli albori del digitale non ancora 30. Nel 1990 nasceva il primo sito online al mondo. Nel 1994 Myswitzerland.com. – THOMAS COMPAGNO

PROVA A VINCERE UNA VACANZA!

Nel 1990 il Cern, l’organizzazione europea per la ricerca nucleare, mise online il primo sito web al mondo. Solo un paio di scienziati poterono vederlo, ma quel giorno nacque internet. Nel 1994 fece il suo ingresso sulla rete mondiale anche Svizzera Turismo con un sito web ancora rudimentale. Nel 1999 fu creata la piattaforma Myswitzerland.com. All’epoca chi navigava su questa pagina doveva dapprima dire al computer dove abitava e che lingua parlava. «Oggi questo sarebbe impensabile» afferma Thomas Winkler, responsabile del Digital Management presso Svizzera Turismo. Oggi è infatti il sistema stesso che riconosce tutte queste informazioni. «Così possiamo proporre offerte su misura». Questo significa che se oggi qualcuno in Svizzera visualizza il sito myswitzerland.com, sarà accolto da un’atmosfera autunnale. In America sullo schermo appariranno le offerte per il prossimo inverno. Invece, nei Paesi arabi, il programma fa in modo che non si vedano troppe foto di centri di benessere e di giovani donne in abiti succinti.
Nel 2004 il sito myswitzerland.com è stato designato miglior portale del turismo dal settore turismo della società di consulenza Deloitte Touche. Ora Winkler e il suo team curano un portale in 16 lingue con quasi 18mila pagine per ogni lingua. A luglio di quest’anno è stato raggiunto anche un altro traguardo: gli accessi al sito dallo smartphone hanno superato quelli dal computer. E dove vi porterà il vostro viaggio? «Realtà virtuale e realtà aumentata sono il futuro» commenta Winkler. Quando gli occhiali di realtà virtuale conquisteranno il mercato, le persone vorranno farsi un giro virtuale nel nostro Paese per vedere da casa cosa li attende in vacanza. «Il materiale video necessario è già in produzione».


FERIE SVIZZERE DALL'ALBUM DI FAMIGLIA


Gabriela a proposito delle ferie a Lenzerheide GR (2001): «In vacanza, durante la camminata verso lo spiazzo da cui partono i parapendii, abbiamo costruito questo ometto di sasso».



Karin a proposito delle sue vacanze sulla neve a Bürglen UR (2001):
«Occhiata dalla cabina. Da bambina ho passato stupende giornate di sci a Biel-Kinzig e in famiglia ci piaceva salire su queste cabine rosse».


Caricate le vostre immagini al sito: www.cooperazione.ch/souvenir

Cercate negli archivi di famiglia e spediteci i vostri più bei ricordi di vacanze in Svizzera nel corso degli ultimi 100 anni con un breve testo. Per ogni decennio, il souvenir più originale viene premiato con un soggiorno di 2 notti in Svizzera. Questa volta in palio ci sono 2 pernottamenti per due persone in camera doppia con vista lago, colazione al See- und Seminarhotel FloraAlpina***, Vitznau. A fine anno, tra tutti i ricordi pervenuti, avverrà un grande sorteggio.

In palio 5 notti per 2 persone all’Hotel Arnica Scuol ***S a Scuol (GR), una fotocamera reflex Nikon D5600 e una valigia Victorinox. Termine d’invio dei vostri ricordi tra il 2007 e il 2017: lunedì 27 novembre alle 16.00.

CLICCA QUI PER PARTECIPARE

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione