Il “caleidoscopio” pop dei Coldplay

È il nuovo disco dei Coldplay? Sì e no. Sì perché Kaleidoscope (Warner) comprende degli inediti, no perché è un ep con soli cinque pezzi, strettamente legato per temi e sonorità al precedente bestseller “A Head Full Of Dreams”. — DIEGO PERUGINI

Un mini-album, insomma, per tenere desta l’attenzione su Chris Martin e soci e testimoniarne il felice momento creativo. Lo stile è quello dei Coldplay ultima maniera, virato su un arioso pop melodico, fra influssi elettronici e divagazioni psichedeliche. Orecchiabile e sin troppo accattivante, ma anche molto ben fatto. All I Can Think About Is You vanta un suggestivo crescendo finale, Hypnotised è una ballata di bella intensità. Miracles (Someone Special), col rapper di Detroit Big Sean, gioca con ritmiche funky, mentre A L I E N S, composto con Brian Eno, azzarda trame più sperimentali. Chiude il cerchio una versione dal vivo della superhit Something Just Like This, in collaborazione coi Chainsmokers, registrata in aprile a Tokyo.

Torna al menu «MUSICA»
Vai alla sezione «TEMPOLIBERO»
Torna all'HOMEPAGE

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?