Le «espressioni visive» (pareti, mobili, illuminazione) creano punti d’interesse.

Cucina e zona pranzo

Mi piacerebbe trovare una soluzione per avere un solo tavolo nel mio living. Adoro i colori del legno.

La necessità di ricavare un’area pranzo ben definita suggerisce di posizionare la cucina nella zona più  discosta di questo ampio living. Spostando il lavandino lungo la parete dove già si trova, l’area cucina si sviluppa fra le due finestre, per poi proseguire con moduli d’arredo componibili (basi ad altezza differenziata ed elementi sospesi) per disegnare la parete verso la zona pranzo.

Quest’ultima è prevista invece vicino all’ingresso nella stanza, dove un tavolo con piano in cristallo e struttura in legno s’accosta a comode sedie bianche, che arredano lo spazio sia per i pasti quotidiani che per le occasioni speciali. La visuale verso la cucina risulta celata da una quinta a tutta altezza, composta di tre armadiature a colonna che accolgono frigocongelatore, forno e dispensa: questa zona più «tecnica» acquista la sua identità rispetto all’area più «sociale» del living (zona pranzo e soggiorno), pur rimanendo parte integrante dell’intero ambiente.

I mobili inseriti nella composizione d’arredo sono scelti in legno rovere nodato – con piccole macchie vorticose fra le venature  –  a cui è accostato un top in vetro laccato acidato grigio fumo. Le pareti sono tinteggiate di bianco per contrastare i caldi colori del legno, e bianca è anche la semplice tenda a rullo che incornicia la finestra davanti al tavolo.

Il bozzetto fornito dall’architetto rappresenta solo un lavoro di ipotesi  preliminare di distribu­zione e di arredo; non sono da ritenersi sufficienti per procedere a interventi edilizi che necessitano invece di esame della normativa vigente e del rilascio dei titoli necessari.

Per avere una consulenza gratuita sono necessarie le seguenti informazioni:

1.    Specificare se è una casa indipendente, contigua, appartamento.
2.    Specificare quante ­persone vivono nell’immobile.
3.    Inviare una fotografia panoramica del locale in questione.
4.    Fornire una pianta 1 : 50 compresa di:

• Misure del/dei locali
• Struttura portante (muri e pilastri)
• Altezza soffitto
• Scarichi e canne fumarie
• Porte e finestre (dimensioni e posizione)
• Eventuali termosifoni
• Orientamento (Nord)
• Vista esterna migliore


La vostra domanda  su come arredare e sul concetto di benessere domestico, corredata dalle info elencate qui sopra, va inviata a:

Redazione Cooperazione architetto
casella postale 2550
4002 Basilea

oppure per mail:
cooperazione@coop.ch

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.


ARTICOLI IN EVIDENZA



Un operatore sociale
con la videocamera

Il documentarista luganese Olmo Cerri ci parla del suo particolarissimo lavoro di ricerca sull’immigrazione italiana in Ticino.


*****

Il figlio di Ivan Graziani
si fa strada

Ecco Sala Giochi, il secondo album di Filippo, 36enne che cerca di seguire le orme del papà. Con discreto successo.

*****





Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?