Presto i protagonisti del circo Nock si esibiranno nella Svizzera italiana. (Illustrazione: Ursula Bucher)

Ecco come si vive in un circo

Dal 22 agosto al 6 settembre il circo Nock si trasferisce alle nostre latitudini. L’esperienza della famiglia Bucher Déprez che ha seguito il circo per una settimana. —  ELISABETH ALLI

A noi la vacanza al circo è piaciuta molto. Immagino si addica ad ogni bambino, alle famiglie con il gusto di fare nuove conoscenze e nuove esperienze», esordisce Ursula Bucher che con il marito Antoine Déprez, i figli Giada e Maël ha trascorso sette giorni e sette notti seguendo la carovana del circo Nock. Infatti, partiti da Novaggio, hanno raggiunto la troupe del circo che faceva tappa a Losanna durante il periodo pasquale. «La data ci andava a pennello, anche perché coincideva con le vacanze di Giada, che è alle scuole elementari. Sono convinta che gli insegnamenti di una tale esperienza non sono da sottovalutare e possono essere un arricchimento», afferma mamma Ursula.
Ad accoglierli nella capitale vodese, oltre ad Alexandra Nock, co-direttrice del circo familiare, una roulotte moderna ed equipaggiata di quattro posti letto, servizi, una cucina con fornelli a gas, un frigorifero e un lavandino. «Dalle nostre finestre si vedeva la zebra e potevamo guardare cosa mangiava e a che ora si addormentava», raccontano con entusiasmo Giada e Maël, ospiti attenti e curiosi, ma soprattutto subito a loro agio nella casetta con le ruote.  Ursula e Antoine, entrambi illustratori, si sono avvicinati con interesse, tatto e sensibilità al mondo circense. Poi, l’indole artistica che porta gli uni ad esprimersi con i colori e gli altri con il proprio corpo, ha fatto il resto. «Abbiamo potuto conversare con gli artisti, assistere alle loro prove, agli spettacoli in programma e ogni volta abbiamo provato un’emozione diversa!», sottolinea Ursula.

Tutto in famiglia
Inoltre, la famiglia Bucher Déprez ha seguito la carovana nel suo insediamento a Vevey, dove per l’occasione ha visitato il nuovissimo museo di Chaplin. «Benché sia nato e cresciuto a Lione, non avevo mai visitato né Losanna né Vevey. Questa vacanza è stata uno splendido modo per scoprire queste località» fa notare Antoine, sorpreso dalle giornate di Bise (vento freddo che soffia sull’Altipiano). «È davvero un vento gelido che mi ha costretto a comperarmi una giacca nuova».

Alexandra Nock ci spiega, invece, com’è nata l’idea di una vacanza con il circo e in roulotte. «Volevamo avvicinare le persone al mondo del circo e nel contempo desideravamo mostrare l’attaccamento che abbiamo per questo modo di vita», afferma, con la sorella Franziska, entrambe rappresentanti della settima generazione, che dirigono il circo familiare più vecchio del paese. Assieme a loro viaggiano altre due generazioni: quella dei loro figli (l’ottava) e dei loro genitori Franz e la mamma Verena (sesta). «Tre generazioni in un medesimo convoglio per la gioia di stare insieme in famiglia. Mamma e papà si annoierebbero da soli a casa e non vivrebbero tutte le emozioni legate alla vita del circo», evidenzia Alexandra che è diventata mamma per la terza volta.

Il concorso
Dal 22 agosto al 6 settembre il Circo Nock fa tappa in Ticino. Cooperazine mette in palio 4X4 posti al circo per le rappresentazioni di Bellinzona (22-23.08.2017; Lugano (25-27.08.2017); Locarno (29.08-03.09.2017) e Biasca (05-06.09.2017). Invia un SMS con la parola chiave WINCI, il tuo nome, cognome e indirizzo e luogo della rappresentazione al numero 2667 (fr. 1.– per sms) o comunicali allo 0901900007 (fr. 1.– da rete fissa), entro il 13 agosto ore 16.00. Si può giocare anche gratis: www.cooperazione.ch/concorsi. Condizioni di partecipazione: vedi impressum.

Trascorrete due notti o più nella roulotte familiare che il circo Nock mette a disposizione. Ciò vi permetterà di sperimentare la vita degli artisti in prima persona, assistendo alle loro prove come pure a tutti gli spettacoli in programma. A seconda del periodo, il vostro soggiorno potrà comportare anche degli spostamenti in altre località. Vivrete così il fermento legato al tendone che viene smontato e poi rimontato. I prezzi variano dalla stagione, tuttavia i bambini sotto i sei anni pernottano gratuitamente.
Informazioni su:

www.cooperazione.ch/vacanzaalcirco

Torna al menu «Scuola e infanzia»
Vai alla sezione «Famiglia»
Torna all'Homepage

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?