Elezioni per corrispondenza?


Nuovo governo. Domenica sera sapremo chi rappresenterà il Ticino per i prossimi quattro anni. Unica vera novità (a parte alcuni candidati che hanno cambiato casacca), il voto per corrispondenza.

  • La cabina in casa. Infatti, da gennaio è possibile votare per corrispondenza anche per le elezioni cantonali e comunali. Per la prima volta gli elettori ticinesi potranno dare le proprie preferenze ai candidati al Consiglio di Stato e al Gran Consiglio per posta, senza recarsi alle urne.
    
  • Grandi resistenze. Questo modo di eleggere i legislativi cantonali e comunali ha trovato molte resistenze soprattutto perché non garantirebbe la segretezza del voto.
    www.ti.ch/elezioni

I dati sono stati ottenuti con un sondaggio telefonico su 500 residenti in Ticino interpellati casualmente.

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?