Enrique Iglesias: «Bailando»

È il re del pop latino. Grazie a uno stile capace di mescolare tradizione melodica e ritmi e sonorità moderni.

Il tutto unito a un talento (anche vocale) ereditato dal celebre papà Julio, sospiroso big canoro anni Settanta. Insomma, buon sangue non mente. E quello di Enrique Iglesias è un sangue «caliente» e passionale, come emerge dai tanti successi di una carriera prodigiosa con oltre 100 milioni di copie vendute e una lunga serie di riconoscimenti. E questa doppia antologia, 1 (Universal), ne ripercorre i momenti salienti, con una cascata di hit in lingua spagnola come la romantica Si Tú Te Vas, suo primo singolo del 1995, e la trascinante Bailamos, venata di influssi flamenco. Fino al clamoroso boom di Bailando, uscita l’anno scorso, tuttora uno dei pezzi più gettonati da radio e discoteche. Ciliegina sulla torta l’inedito Noche Y De Dia, cantato con la star reggaeton Yandel e l’artista electrolatino Juan Magan, fra i tormentoni dance dell’estate 2015, già visualizzato da oltre 45 milioni di fan. Un brano forse un po’ kitsch, ma molto efficace.

ARTICOLI PRECEDENTI

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione

Testo: Diego Perugini

Foto: mad (messa a disposizione)

Pubblicazione:
lunedì 17.08.2015, ore 00:00


Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?