(Foto: Holly Andres)

Esperanza Spalding, ritmi per palati fini

Pelle ambrata, una massa di capelli afro-funky e un corpo minuto. Ma, soprattutto, un talento fuori dal comune, alieno ai compromessi e sempre pronto a sorprendenti svolte.  — Diego Perugini

Lo sanno bene i tanti fan di Esperanza Spalding, artista di culto che nel corso della carriera, premiata da quattro Grammy, ha esplorato stili e generi diversi. In Emily’s D+Evolution (Concord) la ritroviamo alle prese con un insolito progetto dove convivono musica, immaginazione, performance art e scenografia. Il punto di partenza è Emily, alter ego di Esperanza (e suo secondo nome), che qui diventa una sorta di «navigatore interiore» per un viaggio sonoro fra passato, presente e futuro. Ecco la bruciante partenza di Good Lava, le dolcezze di One e Unconditional Love, la ritmica scattante di Funk The Fear, le acrobazie vocali di Farewell Dolly e la vena sognante di Noble Nobles. Un lavoro per palati fini, fra jazz, rock, funk, pop, canzone d’autrice, sperimentazione… Da ascoltare con attenzione e mente aperta.

Torna al menu «MUSICA»
Vai alla sezione «TEMPOLIBERO»
Torna all'HOMEPAGE

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi e le opinioni di Ceroni su Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?