Giuliano Palma: cover ballabili e solari

Le cover sono da sempre il suo mestiere. Prima coi Bluebeaters, la sua band storica, poi da solista. Il milanese Giuliano Palma torna con Groovin’ (Universal), il perfetto disco per l’estate.  — DIEGO PERUGINI

Leggero, ballabile, solare. Pieno di titoli ben noti riletti in una chiave ironica e divertita, declinata per lo più sulle «ciondolanti» ritmiche del reggae-ska. Ecco Una splendida giornata (Vasco Rossi) con Fabri Fibra e I say I’ sto cca (Pino Daniele) con Clementino. I ricordi anni 60 di Eternità (Camaleonti), Gli occhi verdi dell’amore (I Profeti), Qui e là (Patty Pravo) e Canzone (Don Backy). E, ancora, Elton John, Louis Armstrong, l’inno del Liverpool You’ll Never Walk Alone. Storia ben più recente quella del singolo Bada Bing, scritto dal giovane americano Cris Cab, specializzato in tormentoni: un pezzo energico e tirato, con una bella sezione fiati, che potrebbe diventare un’hit. Un lavoro assai piacevole, a patto di lasciarsi andare e non cercare inutili
confronti con le versioni originali.

Torna al menu «MUSICA»
Vai alla sezione «TEMPOLIBERO»
Torna all'HOMEPAGE

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?