Grandi capolavori al museo di Mendrisio

Il Museo d’arte di Mendrisio ospita una stimolante mostra su alcuni capolavori di scultura dal I secolo a.C. al XIX secolo.

http://www1.mendrisio.ch/museo/

Dopo il successo dell’esposizione Gli atleti di Zeus, del 2009, il Museo d’arte Mendrisio torna al filone classico antico con una nuova, stimolante mostra, Roma Eterna, in collaborazione con l’Antikenmuseum di Basilea. Il percorso espositivo presenta 65 sculture, provenienti dalla collezione della famiglia Santarelli di Roma. Sono opere in marmo, alabastro e porfido – oltre a 15 frammenti lapidei – che spaziano dal I secolo a.C. al XIX secolo e che testimoniano l’evoluzione del gusto e della tecnica plastica attraverso il tempo. Nella sezione dedicata alla statuaria romana figurano opere di ispirazione mitologica (Bacco, Torso femminile e testa di Dioniso, Testa di Eros) ed esempi della ritrattistica (Testa del­l’imperatore Tito, Busto di Ulpia Felicitas).

Per il periodo medievale e rinascimentale si incontrano, invece, opere legate alla rappresentazione religiosa (Angelo annunciante, Vescovo benedicente), oggetti di chiesa, tra i quali spicca un prezioso tabernacolo eucaristico del XVI sec. attribuito alla bottega dei Gaggini, dinastia di scultori ticinesi di cui un ramo fu attivo in Sicilia, o simboli animali (Capitello con aquile bicefale, Testa di cervo) oltre all’effigie dell’imperatore Federico II (XIII sec.).

La mostra è aperta fino al 31 gennaio 2016.

Info: tel. 058 688 33 50.