Il 29enne di Origlio nel suo «ufficio» durante i lavori di costruzione. Sullo sfondo, immerso nel verde, il resort sull’isola di Koh Rong Samloem. Nella foto piccola, Paulette Goddard, che ha vissuto per diversi anni nel Locarnese.

Hotel in Cambogia? Un sogno che si è realizzato!

Andrea Reggiani viaggia per il mondo dal 2009. Ora ha raggiunto un importante traguardo: aprire un albergo su un’isola. — Mattia Bertoldi

Per Andrea Reggiani, originario di Origlio e all’epoca 25enne, il 2009 è stato un anno cruciale: dopo essersi licenziato dal classico posto fisso, è partito per un lungo viaggio via terra verso l’Asia. Come si legge in un blog dedicato ad amici e parenti in cui illustrava la sua ultima posizione sul mappamondo, nell’agosto di quell’anno il giovane si chiedeva: «Cosa farò una volta arrivato in Cina? Difficile da dire in questo momento, valuterò la mia situazione strada facendo». «Sono uno a cui non piace la routine – ci racconta oggi, ricordando quei momenti – e dopo aver lavorato per anni come impiegato, avevo una sola certezza: che la mia vita sarebbe rimasta simile, se non avessi fatto una scelta del genere. Avevo innanzitutto voglia di viaggiare, ma volevo anche preservarmi la possibilità di seguire qualsiasi strada avessi trovato e iniziare a investire del tempo lavorando per me stesso, anziché per qualcun altro».

Staccare la spina
Cinque anni dopo, questo stile di vita lo ha portato lontano: è infatti aperto da pochi giorni al pubblico il Cita Resort, in Cambogia. «È situato sull’isola di Koh Rong Samloem: non esistono strade e collegamenti a internet, ma  i bungalow sono a pochi passi dall’acqua. Invitiamo gli ospiti a staccare la spina, o a dedicarsi ad attività a stretto contatto con la natura come snorkeling, immersioni subacquee e pesca».

Senza riposo
Un progetto che Andrea sta covando da diverso tempo, e che lo ha visto prendere delle scelte oculate. «Stiamo creando un resort ecologico, con il minor impatto possibile sull’ambiente: abbiamo già messo in funzione un sistema di pannelli solari che fornisce corrente elettrica 24 ore su 24 e presto vogliamo creare anche un orto per offrire quel “sapore di casa” che solo un po’ di basilico può dare». Complice questa nuova avventura imprenditoriale, il capitolo «viaggi» è per il momento da accantonare.

«Nei prossimi mesi sarà difficile fare anche solo un giorno di riposo! Gestire la logistica di un resort, soprattutto se situato su un’isola, richiede infatti molta energia. L’idea è comunque di continuare a viaggiare appena possibile: le nostre prossime vacanze coincideranno probabilmente con la bassa stagione cambogiana, quindi a settembre e ottobre. Nel frattempo, speriamo di accogliere anche qualche amico ticinese!».

⊲ Visita l’albergo sul sito: www.citaresort.com
⊲ Conosci qualche personalità straniera che vuoi segnalare e che non è ancora stata censita? Segnalala su: oltreconfiniti@ti.ch

Ticino, terra di speranze

Paulette Goddard ha vissuto per diversi anni nel Locarnese.

Paulette Goddard ha vissuto per diversi anni nel Locarnese.
http://www.cooperazione.ch/Hotel+in+Cambogia_+Un+sogno+realizzato_ Paulette Goddard ha vissuto per diversi anni nel Locarnese.

OltreconfiniTi «censisce» le celebrità internazionali giunte in Ticino negli ultimi due secoli.

La vocazione turistica sviluppata dal nostro cantone negli ultimi 60 anni ci invita a vedere il Ticino come meta di vacanze per chi proviene dall’estero, ma non è sempre così. Nei suoi 211 anni di storia, infatti, il nostro territorio ha accolto decine di personalità straniere che qui hanno sì trovato quiete e riposo, ma in molti casi anche speranza, libertà e salvezza. Per ricordare e celebrare questi personaggi, OltreconfiniTi (il portale multimediale dedicato all’emigrazione ticinese) ha aperto di recente una nuova sezione con oltre duecento profili biografici. Sono qui riuniti i casi più celebri – dalla cantante Mina, da quasi 50 anni a Lugano, allo scrittore Erich Maria Remarque, di casa a Ronco sopra Ascona – e numerose curiosità. Sapevate per esempio che l’uomo da cui Ian Fleming ha tratto ispirazione per la creazione di James Bond ha abitato per diversi anni a Vico Morcote? Si chiamava Peter Smithers, e ha lavorato per decenni all’intelligence britannica prima di trasferirsi in Ticino. È interessante leggere quante autorità del mondo artistico e scientifico si sono ritrovate qui nel XX secolo, tra cui spiccano ben cinque premi Nobel.

Si cercano storie di emigrazione

La piattaforma OltreconfiniTi cerca nuove storie di emigrazione ticinese. Se conosce le vicende di un espatriato del passato o del presente, o se è tornato in Ticino dopo un lungo periodo all’estero, scriva a oltreconfiniti@ti.ch oppure cliccando su OltreconfiniTi.

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi e le opinioni di Ceroni su Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?