I Negrita tornano
alle origini con «9»

VIDEOCLIP — Per il loro nono album hanno scelto il titolo più semplice, «9». Pochi fronzoli, insomma, per un gruppo che ha sempre badato al sodo e puntato dritto al bersaglio.

«

Torniamo all’atmosfera che permeava i dischi della nostra adolescenza»

Pau – Cantante e leader dei Negrita

Come è giusto quando si parla di rock. In questo senso i toscani Negrita da anni portano avanti un discorso coerente e diretto, sull’onda di uno stile personale ed eclettico, influenzato da viaggi ed esperienze. Dopo l’esplorazione del mondo latino (Sudamerica, in particolare), la band torna ora alle proprie radici.

Nel nuovo cd si respira, quindi, aria di anni ‘60 e ‘70 riletti con lo spirito dei nostri tempi, fra riflessioni esistenziali (Il gioco; Mondo politico), critica sociale (Poser; L’eutanasia del fine settimana), ricordi giovanili (1989), storie d’amore (Niente è per caso) e spiritualità laica (Ritmo umano). Suono compatto e trascinante, molto rock, con divagazioni funk, pop e psichedeliche. Come nella suggestiva Vola via con me, che ricorda i grandi Pink Floyd.  diego perugini

ARTICOLI PRECEDENTI

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

Testo: Diego Perugini

Foto: mad (messa a disposizione)

Pubblicazione:
martedì 07.04.2015, ore 05:00


Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?