1 von 4


I visitatori di ogni età sono affascinati dalla bellezza delle farfalle che svolazzano di pianta in pianta.

Daniela Barilli del dipartimento Marketing, media & comunicazione ci ha fatto da guida.

Uno splelndido esemplare di Morfo blu, una delle 70 specie che volano nel padiglione.

Uno spatuliere rosa nel Jungle Trek, come potreste vederlo in Belize.

Il Papiliorama:
i Tropici oltre Gottardo

Lasciarsi alle spalle pioggia e temperature invernali e scoprire specie esotiche in un clima tropicale. È possibile anche senza fare il giro del mondo. Basta andare a Kerzers.

Nella regione dei Tre Laghi si trova un’oasi tropicale dove fa caldo tutto l’anno. Non si tratta di un fenomeno microclimatico o di qualche anomalia meteorologica. È il Papiliorama di Kerzers (FR). Le attrazioni principali si articolano sotto tre cupole: c’è il primo padiglione, quello che accoglie le farfalle e che dà il nome al complesso, e poi ci sono il Nocturama, in cui ammirare nel buio di una notte artificiale l’attività degli animali notturni, e il Jungle Trek, che ripropone fedelmente un paesaggio tropicale del Belize. Tre cupole tropicali per uno scopo unico: mostrare l’immensa varietà di flora e fauna tropicali e sensibilizzare il pubblico sulla fragilità di questo ecosistema. E riscuote un notevole successo. «Lo scorso anno abbiamo avuto 260mila visitatori» ci informa sorridente Daniela Barilli, responsabile Marketing, media & comunicazione del centro. «L’attrazione principale so-no sicuramente le farfalle. Quando i visitatori entrano in questo mondo tropicale sono stupiti dalla quantità e dalla varietà di tali animali» ci racconta Barilli. In effetti, in questo angolo di paradiso svolazzano un migliaio di farfalle di 70 specie tropicali diverse.

«Circa il 10 per cento delle farfalle si riproduce da solo, il resto lo importiamo. Ogni settimana riceviamo tra le 300 e le 400 crisalidi da nostri partner ventennali da Costa Rica, Messico, Kenya, Malesia…» ci spiega Barilli mostrandoci la vetrina in cui i bozzoli vengono posati aspettando di rivelare le farfalle. Si vedono bozzoli ormai vuoti e quelli da cui sgargianti ali stanno facendo capolino. Intanto tutt’intorno è un grande battere d’ali di coloratissime farfalle.

L’occhio più attento può addirittura scorgere sul dorso di alcune foglie piccole uova o bruchi. «Ogni tipo di farfalla deposita le sue uova su un certo albero» ci svela la nostra guida. I visitatori seguono il sentiero, si siedono sulle panchine, godendosi il piacevole clima tropicale. Lasciamo questo mondo coloratissimo e passiamo alla dimensione più buia, nel Nocturama. «Questa cupola è meno conosciuta, ma è quella che ci dà più lavoro – precisa Barilli –. Il ciclo giorno-notte è invertito, in modo che i visitatori possano osservare di giorno il mondo notturno, mentre la notte il padiglione viene illuminato con luci speciali. Questa cupola piace o non piace, non ci sono vie di mezzo» ci avverte. Appena entrati bisogna aguzzare la vista, abituarsi all’oscurità e seguire il tracciato per ammirare gli ospiti di questo padiglione.

«Al Papiliorama organizziamo visite guidate ma i visitatori che vengono autonomamente possono chiedere informazioni al personale che lavora qui. Siamo sempre molto disponibili» sorride Barilli mostrando con la sua torcia ad alcuni piccoli visitatori il baby bradipo, una piccola star del Nocturama. «Vedete il cucciolo? È nato ad agosto ed ora sta dormendo aggrappato alla madre. Guardate: si vedono le braccia, sono più scure di quelle della madre. Lo sapete che dormono fino a 20 ore al giorno?»… All’improvviso si nota qualcosa muoversi: sono le scimmiette e i porcospini che al contrario dei bradipi sono molto dinamici. Ma quello che impressiona i bambini è la grotta dei pipistrelli: qui vivono circa 300 pipistrelli e si sentono svolazzare accanto alla testa.

Oltre a sensibilizzare il pubblico sull’importanza della fauna e della flora tropicali, il Papiliorama si impegna anche a proteggere una riserva naturale in America centrale, in Belize. E affinché il pubblico possa farsi un’idea della varietà naturalistica di queste foreste, al Papiliorama si può visitare un terzo padiglione, il Jungle Trek. Si tratta di una fedele ricostruzione della foresta tropicale della penisola dello Yucatan. Qui uccelli e iguane si muovono in libertà e attirano gli sguardi e gli scatti delle macchine fotografiche. A Kerzers, in poco più di un’ora e mezza, si compie un incredibile viaggio tropicale di diverse migliaia di chilometri. Ed è un po’ a malincuore che si lascia il piccolo paradiso delle farfalle…

www.papiliorama.ch

Info pratiche

Il Papiliorama è aperto tutto l’anno ad esclusione del 25 dicembre e del 1° gennaio.
 
Orario invernale: 10-17.
Orario estivo dal 31 marzo: dalle 9-18.

La visita di tutto il sito prende circa un’ora e mezza, ma nelle belle giornate e se in compagnia di bambini è bene prevedere un po’ di tempo in più: all’esterno si trovano diverse attrazioni quali un mini zoo e un parco giochi. Inoltre, da aprile a maggio è possibile anche ammirare specie di farfalle indigene nello Swiss Butterfly Garden, nello spazio esterno del Papiliorama.

All’interno delle cupole regna un caldo tropicale: temperature tra i 26 e i 30 °C con un tasso di umidità dell’80%. È quindi consigliabile indossare una t-shirt. Il centro propone anche visite guidate, ma per queste occorre una prenotazione con due settimane d’anticipo.

Il Papiliorama è facilmente accessibile in auto (numerosi parcheggi) e in treno. Con Railway potete beneficiare di tariffe speciali. Per ulteriori informazioni: 031 756 04 60

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

Raffaela Brignoni

Redattrice

Fotografia:
Charly Rappo/arkive.ch
Pubblicazione:
venerdì 21.02.2014, ore 09:50


Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?