All’Assemblea dei delegati Coop Hansueli Loosli e Michela Ferrari-Testa hanno saputo coinvolgere i membri del Consiglio regionale. (Foto: Hsaskia Cereghetti-Landrini)

Il grido arriva da Airolo: «Pronti alla sfida»

All’Assemblea dei delegati Coop si è parlato delle difficoltà dell’economia svizzera. Malgrado ciò, Coop è decisa a lottare. — di DANIELE PINI

È il villaggio di Airolo che ha ospitato quest’anno l’Assemblea dei delegati Coop. Un paese che ha dato i natali a personaggi illustri, come il consigliere federale Giuseppe Motta oppure lo scrittore Giovanni Orelli. E lo ha ricordato anche il sindaco Franco Pedrini, che ha altresì messo in rilievo l’impegno di Coop nel villaggio leventinese. Come importante è pure il Caseificio del Gottardo, che ha ospitato i lavori assembleari: una struttura che ha dato grande slancio all’agricoltura locale e che è di notevole importanza turistica. L’Assemblea di quest’anno è stata caratterizzata da un leitmotiv che ha accomunato tutti gli interventi: il 2015 è stato un anno particolarmente difficile. Il franco forte ha sconvolto molti equilibri, creando una delle peggiori crisi del commercio al dettaglio degli ultimi decenni. Il turismo degli acquisti e l’accresciuta corsa al ribasso dei prezzi hanno inciso in modo determinante sui ricavi. Lo ha ribadito la presidente del Consiglio regionale Coop Ticino, Michela Ferrari-Testa, come anche i responsabili del settore operativo Coop (Ivo Dietsche, direttore della Regione di vendita Ostschweiz-Ticino, e Mario Colatrella, direttore di Coop in Ticino).

Eppure non sono mancate anche le soddisfazioni, a cominciare dal rafforzamento della leadership di Coop nel commercio al dettaglio in Ticino, con un incremento delle quote di mercato. Soprattutto però, i responsabili di Coop sono coscienti che, anche (e soprattutto) in un contesto difficile, bisogna continuare a migliorarsi, a investire, a proporsi in modo ancora più incisivo alla clientela. Ecco allora le aperture dei prossimi punti di vendita, come per esempio il negozio all’interno della rinnovata stazione ferroviaria di Bellinzona che verrà inaugurato in autunno. Oppure le nuove strategie per i prossimi anni, che punteranno sulla clientela delle famiglie, sulla freschezza dei prodotti, sulla sostenibilità, sui prezzi e sull’entusiasmo del personale. All’assemblea ha assisitio anche Hansueli Loosli, presidente del Consiglio d’amministrazione di Coop, che con il suo innato ardore e la sua forza visionaria ha saputo galvanizzare i presenti con la presentazione dei molti progetti e delle tante sfide che ci attendono. «Il nostro futuro è nelle nostre mani. I grandi sviluppi tecnologici rivoluzioneranno nei prossimi anni i modi di consumare, di mangiare e di vivere della gente. E noi dobbiamo essere pronti a raccogliere queste sfide» ha detto Loosli. Alla fine dei lavori, Michela Ferrari-Testa si è accomiatata da Mauro Chinotti, membro del Consiglio regionale ed ex sindaco di Airolo, che lascia per raggiunti limiti di età.

Foto: Hsaskia Cereghetti-Landrini

Pubblicazione:
lunedì 02.05.2016, ore 00:00