Bianca e Christian confidano nel coraggio di scegliere di essere felici ed avere la forza di innamorarsi. (Foto: Annick Romanski)

«Ecco perché ci ameremo per sempre»

Una coppia trentenne, Bianca e Christian, e una sessantenne, Gemma e Giuseppe, sembra abbiano trovato l’elisir per un amore senza fine. Le loro storie. — Keri Gonzato

Christian e Bianca Vassalli, poco più che trentenni, e i sessantenni Gemma e Giuseppe D’Urso si sono innamorati una volta sola: ed è stata quella giusta. «Lui è stato il mio primo bacio, la mia prima storia importante…», dice Bianca. Lei aveva 15 anni, Christian 16, e da quel pigiama party non si sono mai più separati. «All’inizio era un amore romantico, totalizzante, come si possono provare nell’adolescenza – ricorda Christian –. Col tempo siamo maturati, e con noi la nostra storia, ma conserviamo quel pizzico di amore matto».«Ci fidiamo uno dell’altra – dice Bianca –, e non c’è nessuno con cui mi sento libera di essere me stessa». Il loro segreto? «Siamo l’acqua e il fuoco, diversissimi e complementari – spiega Bianca –, io e la mia famiglia esotica, colorata e chiassosa, invece lui ticinese puro, con la sua piena di valori…. Io, riservata e sfuggente, lui passionale e concreto».
A rendere solida questa bellissima coppia è l’aver mantenuto la propria individualità! «Siamo sempre rimasti noi stessi, cercando di mischiare i nostri mondi e viverli insieme. E poi, l’importante, è non prendersi troppo sul serio, non aver paura di litigare e non dare tutto per scontato».Nonostante le differenze, Christian e Bianca condividono la stessa idea di cosa sia una coppia, una famiglia, il rispetto per l’altro. Oggi sono sposati e hanno un figlio di quattro anni.Per Gemma e Giuseppe, invece, tutto iniziò nel luglio del 1975, un anno dopo già convivevano e l’anno seguente si erano sposati…. «Ci siamo conosciuti su una spiaggia del Salento, la mia terra – ricorda con emozione Giuseppe –. Il nostro fu un colpo di fulmine, trascorremmo un mese assieme e la nostra relazione avrebbe potuto finire al termine di quella bella estate». Ma Giuseppe, dopo solo 2 settimane di lontananza, raggiunge Gemma a Neuchâtel e…. «i mesi sono diventati anni, gli anni decenni; il nostro rapporto ha saputo resistere alle sfide della vita e alle insidie del tempo e oggi siamo anche nonni».

Storie travolgenti
Per Gemma e Giuseppe, così come per Bianca e Christian, l’amore è il motore della vita e quello di coppia è la base solida di una famiglia unita. «Oggi, dopo quarant’anni di vita comune, anche se la passione degli inizi è andata smorzandosi, l’intensità è rimasta. È fatta di sguardi complici, di risate, di intese. E il bello dei tanti anni trascorsi è che ormai le arrabbiature e le crisi di gelosia sono un lontano ricordo». Il loro segreto? «Mantenere un’aurea di mistero – bisbiglia Giuseppe –, coltivare il proprio giardino segreto, e la fiducia reciproca. Inoltre, si può vivere a lungo e gioiosamente assieme, se rimane l’in-tesa fisica». A tenerli uniti sono anche i sogni comuni, come quello di trasferirsi per parte dell’anno in Andalusia quando andranno in pensione! «Nel 2017, invece, festeggeremo i 40 anni di matrimonio con un viaggio negli Stati Uniti» dice Gemma. «Penso che molti della nostra generazione abbiano paura di dire ti amo, per ciò che implica, per la posizione di fragilità in cui ti pone, e non cito neanche il fare famiglia, un impegno in cui devi dedicare una gran parte di te e passare in secondo piano rispetto a chi ami, con il timore che da un giorno all’altro tutto possa finire. Bisogna essere coraggiosi e cercare di essere felici per sentirsi vivi», chiosa Bianca, che invita ad avere sempre il coraggio di innamorarsi!


Da una vita insieme, oggi nonni, Gemma e Giuseppe sono sempre molto innamorati.

Relazioni Kathya Bonatti, sessuologa e psicologa, sulla coppia oggi.

Ai giorni nostri, la relazione di coppia può durare una vita?
Le tendenze attuali nelle relazioni sentimentali sono quelle di una maggiore fluidità, perché la fedeltà non è biologica e l’amore è eterno finchè dura. Inoltre, oggi ci sono molti più stimoli visivi e opportunità di tradimento, grazie ai social media, alle applicazioni sui cellulari e alle chat in rete, che consentono numerose opportunità di incontri su misura. A ogni modo, nelle culture dove c’è maggiore libertà individuale, le persone tendono a perseguire il proprio «diritto alla felicità» e non a mantenere un impegno formale quando è privo di contenuti, perché i sentimenti si sono esauriti nel tempo.

Cosa consiglia a chi cerca l’amore?
Di conoscere se stessi per capire quali sono le ferite e i pensieri autoboicottanti che impediscono di attirare l’amore. Fare una lista scrivendo quali sono le qualità che si cerca in un partner e cosa si aspetta da una relazione sentimentale. Scrivere perchè desiderano proprio quel tipo di partner e di rapporto e soprattutto come li farebbe sentire vivere quell’esperienza. Tutto ciò aiuta a orientare in modo positivo i pensieri e gli obiettivi verso la meta.

Cosa deve fare, invece, chi è in coppia?
Comunicare in modo chiaro e diretto cosa si desidera e ci si aspetta dal partner. Cosa li farebbe sentire più amati. Nutrirsi fisicamente ed emotivamente con parole e gesti affettuosi e sessualmente variando luoghi e modalità, aprendosi alle varianti e alle novità. Le relazioni appaganti e che durano sono quelle dove c’è comunicazione fisica e mentale, grande stima reciproca, rispetto e libertà per se stessi e per il partner di esprimere la propria personalità e creatività.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi e le opinioni di Ceroni su Cooperazione

Testo:  Elisabeth Alli

Pubblicazione:
lunedì 08.02.2016, ore 00:00