Anelli di meringhe dorate, brunzli decorati: Tosca Zanicoli sceglie una deco «nature». (Foto: Alain Intraina)

Ecco l'albero tutto da gustare

Un'idea simpatica e stimolante per il vostro Natale. Addobbi piacevoli da realizzare, quanto da sgranocchiare. Suggerimenti. — ELISA PEDRAZZINI, NATALIA FERRONI

Anche all’onsernonese Tosca Zanicoli i profumi dei biscotti risvegliano ricordi: «Riaffiorano momenti in famiglia, mani mie e di mia sorella impastate, mamma che ci aiutava, noi che “rubavamo” l’impasto ancora prima di spianarlo… Insomma, sono i profumi che ancora oggi riescono a rendere “casa” anche i luoghi più diversi». È vero, fare i biscotti di Natale in famiglia rende le festività più speciali. Saperi tramandati da generazioni, abitudini rassicuranti, riti che scandiscono il tempo.

Tradizionali e autentici
Nel frattempo, però, il mondo della pasticceria ha sfornato nuovi prodotti: cupcake, cookie-cake, macaron, glasse di zucchero colorate, paste di zucchero da spianare… in versione natalizia. «Anch’io mi sono lasciata prendere dai colori. Per il Natale del 2014 ho fatto tutte le decorazioni in rosso. Anche i biscotti, che avevo preparato, erano in questa tonalità» racconta Tosca.
Quest’anno, la nostra interlocutrice, di professione disegnatrice del genio civile, prepara Natale con addobbi goderecci tutti nature, forte dell’idea che i biscotti tradizionali sono in assoluto i favoriti, perché autentici, racchiudono un’idea di serenità e, in un certo senso, di savoir-faire. A queste sue proposte di anelli di meringa dorate, brunzli – i suoi biscotti preferiti – rivestiti di glassa bianca e ghirlande di bucce di mandarino, abbiamo aggiunto qualche proposta dai colori più brillanti e freddi. Così, una domenica di pioggia, potenzialmente triste e noiosa, si è trasformata in un’occasione di gioia e divertimento. Non siete convinti? Riunite la famiglia, indossate il grembiule e rimboccatevi le mani… Pronti? Via! Perché, preparare questi piccoli addobbi di Natale commestibili può essere piacevole quanto sgranocchiarli.

Biscotti da appendere
Preparate i biscotti, inserendo, non troppo vicino al bordo, un pezzo di bastoncino per spiedini o un pezzo di spaghetto grosso, prima di infornare. Toglierli appena sfornati, lasciare raffreddare i biscotti. Potete appendere i biscotti anche senza buco, legandoli singolarmente con una corda di colori natalizi.

Ghirlanda per il vin brulé
Tutte le spezie per preparare un vin brulé: anice stellato, stecca di cannella, chiodi di garofano, qualche spicchio di arancia, legati con lo spago per cucina. Vino e zucchero a vostra scelta.

Alce con muso di cioccolato
Ritagliate su un foglio di gomma spugnosa (Coop edile+hobby) una sagoma di alce. Al posto del muso, fissate con un nastro biadesivo un cioccolatino che abbia una parte piatta. Incollate due occhi (Coop edile+hobby) per completare la faccia.

Anelli di meringhe
Montate 150 g di albumi (ca. 2 uova), aggiungete 300 g di zucchero a velo setacciato e continuate a montare finché l’albume risulti fermo. Versate l’albume in un sac-à-poche e formate piccoli cerchi su una teglia da forno coperta da carta da forno. Distribuite perline di zucchero a piacimento. Infornate a 100 °C, a metà altezza, mantenendo lo sportello socchiuso, per almeno 2 ore finché le meringhe saranno leggermente dorati.

Decorazione con zucchero
1. La miscela di zucchero a velo e glucosio (in vendita come «glassa di zucchero» della Betty Bossi, nei grandi centri Coop), permette di decorare i biscotti in tranquillità, contrariamente alla glassa a base unicamente di zucchero a velo che secca più in fretta. 2. Quando si fanno biscotti con l’intenzione di decorarli con strati di zucchero (tipo «pasta di zucchero» Dr. Oetker in differenti colori, da spianare), è meglio preparare una pasta poco dolce. Per l’impasto, usate lo zucchero a velo: garantisce una superficie più liscia rispetto a quello semolato, che quando caramella in cottura crea bolle più grandi.

Ghirlanda con le bucce di mandarino
Una decorazione semplice da fare mentre vi gustate i mandarini. Occorrono bucce di mandarino, formine piccole per biscotti, un filo di cotone. Ricavate stelle, cuori&Co dalla buccia di mandarino. Sovrapponete due stesse sagome unendo le parti bianche e fissando all’interno il filo di cotone. Pressate bene: le due sagome «incollano» insieme senza colla! Proseguite con altre formine lungo lo stesso filo, fino alla lunghezza desiderata. Appendete la ghirlanda che in pochi giorni e a temperatura ambiente essiccherà.

TORNA AL MENU «REPORTAGE»
VAI ALLA SEZIONE «A TAVOLA»
TORNA ALL'HOMEPAGE

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.


ARTICOLI IN EVIDENZA



Un operatore sociale
con la videocamera

Il documentarista luganese Olmo Cerri ci parla del suo particolarissimo lavoro di ricerca sull’immigrazione italiana in Ticino.


*****

Il figlio di Ivan Graziani
si fa strada

Ecco Sala Giochi, il secondo album di Filippo, 36enne che cerca di seguire le orme del papà. Con discreto successo.

*****





Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?