Marilù, i sogni, il
tango e un segreto

Nel romanzo d’esordio Due vite un solo ballo (ed. Fontana), la luganese Linda Rimoldi mette in scena la vita di una donna, Marilù, appassionata lettrice di libri, sognatrice e depositaria di un segreto che non può rivelare

Una storia che è in buona parte autobiografica (lo dichiara l’autrice nella pagina dei ringraziamenti). Marilù è una persona che sogna ad gli occhi aperti, ma che sa correre anche il rischio di sperimentare, cercare risposte ai suoi dilemmi esistenziali fino a cambiare le sue abitudini di vita. Come quando lascia le confortanti certezze di Lugano per trasferirsi a Buenos Aires, con l’ambizione di diventare una tanguera. Finché arriva il momento in cui la sua vita «si divide tra un prima e un dopo». Anche se Marilù è la protagonista assoluta, Due vite un solo ballo è un romanzo corale, ricco di personaggi.


ARTICOLI IN EVIDENZA



Un operatore sociale
con la videocamera

Il documentarista luganese Olmo Cerri ci parla del suo particolarissimo lavoro di ricerca sull’immigrazione italiana in Ticino.


*****

Il figlio di Ivan Graziani
si fa strada

Ecco Sala Giochi, il secondo album di Filippo, 36enne che cerca di seguire le orme del papà. Con discreto successo.

*****