Marra e Guè: il disco dell’estate italiana

Il più venduto e il più chiacchierato. E un po’ ce l’aspettavamo, visto che coinvolge due pezzi da novanta del rap. — DIEGO PERUGINI

Amici di lunga data hanno realizzato insieme Santeria (Universal), un album da molto tempo atteso dai fan. È un cd lungo e variegato, con ritmi serrati, sprazzi melodici, suoni internazionali (mai troppo underground) e una produzione d’alto livello. Sono delle star, Marra e Guè, e ce lo ricordano nelle rime taglienti e ironiche, dove parlano del loro mondo con stile da primi della classe. A momenti più cupi come Senza Dio s’alternano l’autobiografia stradaiola di Cosa mia, la polemica piccata di Purdi e la leggerezza estiva di Insta Love. Mentre Cantante italiana scherza con spirito da caserma (ma efficace) sulle dive della canzonetta tricolore. Non è la pietra miliare che in molti s’aspettavano, ma comunque un lavoro ben fatto da due super professionisti dell’hip hop.

Torna al menu «MUSICA»
Vai alla sezione «TEMPOLIBERO»
Torna all'HOMEPAGE

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.


ARTICOLI IN EVIDENZA



Un operatore sociale
con la videocamera

Il documentarista luganese Olmo Cerri ci parla del suo particolarissimo lavoro di ricerca sull’immigrazione italiana in Ticino.


*****

Il figlio di Ivan Graziani
si fa strada

Ecco Sala Giochi, il secondo album di Filippo, 36enne che cerca di seguire le orme del papà. Con discreto successo.

*****





Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?