Muovi il corpo e scendi in pista

Il liscio, l’hip hop, il latino americano, le danze orientali fanno presa sui ticinesi. Indipendentemente dall’età e dal sesso la danza affascina, emoziona e appassiona. — Patrick Mancini

Bandiere a stelle e strisce, cappelli da cowboy, atmosfera da far west. Siamo a Giubiasco, nella sala in cui si ritrova l’associazione Country street dancers, che conta un’ottantina di membri. Ed è qui che incontriamo Enrica (48) e Lisa (29) Meoli, madre e figlia. A loro, la musica country ha cambiato la vita. «Mia figlia vive ormai fuori casa – dice Enrica –, ballare è un modo per ritrovarci e fare qualcosa insieme». «Il nostro rapporto ne ha beneficiato parecchio – replica Lisa –. E ora c’è più allegria anche nella nostra quotidianità».


Un gruppo eterogeneo, che si ritrova una volta a settimana per l’allenamento e partecipa a serate danzanti, in Svizzera e in Italia. E pensare che fino a qualche tempo fa Enrica e Lisa facevano fatica a liberarsi di certe inibizioni. «Da sempre seguivamo il Country Festival Verzasca – riprende Enrica –. Poi lo scorso anno, alla Notte Bianca di Locarno, abbiamo finalmente provato a scendere in pista. È un tipo di ballo per cui non hai bisogno di un partner. Ti lanci, segui il ritmo e nessuno ti giudica. Fantastico». Dal liscio all’ hip hop, passando per il latino americano e per le danze orientali. Un’esplosione di generi, figlia della globalizzazione e di una rinata voglia di muoversi a ritmo di musica. Oppure, come scrive la scrittrice austriaca della prima metà del ’900, Vicki Baum: «Ci sono delle scorciatoie per la felicità, e la danza è una di queste». A turbarci ora è la magia del tango argentino, ballo in cui si sono lanciati Angelo (43) e Aida (36) Albo, sposati da circa due anni. «Il tango ha rafforzato la nostra intesa di coppia», sostiene Angelo. «Abbiamo cominciato a ottobre – aggiunge Aida –, frequentiamo la Casa del tango di Paradiso un paio di volte alla settimana». Tra i due la più scafata è Aida, da sempre appassionata di danza. «Inizialmente – ricorda Angelo – io volevo solo accompagnarla. Poi mi sono fatto prendere anch’io». Aida rivela in seguito alcuni aneddoti interessanti. «Nel tango i due partner devono avere un feeling reciproco. La donna deve lasciarsi guidare dall’uomo, deve essere ricettiva. Questo presuppone un rapporto di fiducia».

I gesti comunicano
Ma c’è anche l’aspetto dell’improvvisazione. «Perché una volta che hai imparato i passi di base – dice Angelo – emergono la personalità e le emozioni. Questo fa bene alla coppia». «Sono piccole conquiste – conclude Aida –, da quando balliamo insieme diamo più valore alla comunicazione non verbale. E a volte, a casa, ci capita di spostare i mobili del soggiorno e di lasciarci andare sulle note di una ballata tanghèra».



http://www.countrystreetdancers.ch/

Intervista a Roberto Martinelli, ballerino professionista


Il ballo come hobby. Che vantaggi ha?

Muovere il proprio corpo a tempo di musica non giova solo alla muscolatura o alla forza fisica. Si migliorano coordinazione, prontezza di riflessi, equilibrio, resistenza, portamento ed elasticità. La danza permette di esplorare il proprio corpo in modo più vasto. Mette in moto punti spesso fermi da tempo.

 

Cosa rappresenta il ballo dal punto di vista più intimo?

Quando si balla ci si concentra sul ritmo della musica e sul proprio corpo. Se lo si fa liberamente, improvvisando, si sviluppa anche la creatività. Ognuno di noi possiede per natura un ritmo interiore. Il battito del cuore, ad esempio, ha un ritmo. Lo viviamo in modo automatico, naturale appunto. Imparando a ballare io ho acquisito una consapevolezza fisica, ma anche psichica e spirituale.

Che effetto può avere il ballo nella vita di coppia?

In alcune occasioni il ballo può essere un aiuto. In altre diventa forse un ostacolo. Sconsiglio il ballo nei casi in cui si ha un partner geloso. Le coppie in cerca di nuove emozioni, invece, scopriranno sensazioni interessanti. A volte le donne dovranno avere un po’ di pazienza, visto che nei balli di coppia è il maschio a dirigere. Agli uomini consiglio di munirsi di molta forza di volontà e di non arrendersi alla prima lezione. Infine, un consiglio per i single: conoscere due passi di danza potrebbe diventare un ottimo modo per «rompere il ghiaccio».

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione