Noel ora si dà al cosmic pop

Prosegue la guerra tra i fratelli-coltelli Gallagher. Ecco un nuovo atto della vicenda... — DIEGO PERUGINI

La “guerra” fra i fratelli-coltelli Gallagher si sposta dalle parole al piano discografico. Liam ha pubblicato poche settimane fa un buon album solista, Noel arriva ora con Who Built The Moon? (Universal), nuovo cd con gli High Flying Birds. E se il primo ha mantenuto una certa vicinanza al suono di Oasis e dintorni, Noel ne prende le distanze con un lavoro diverso e spiazzante, in equilibrio fra psichedelia ed elettronica. Un “cosmic pop” fortemente influenzato dal produttore David Holmes, con la dichiarata intenzione di non ripercorrere strade già battute. “Niente politica, ho scritto canzoni di gioia e speranza, il che oggi è rivoluzionario”, ha spiegato. Intenzione lodevole, ma il risultato non convince fino in fondo. Ecco i ricordi anni ’70 di Holy Mountain (cit. Roxy Music), le tentazioni dance di She Taught Me How To Fly, una ballata più classica (ma troppo pomposa) come The Man Who Built The Moon. Classico disco di transizione, con tutte le incertezze del caso.

Data di pubblicazione: 18.12.2017

Torna al menu «MUSICA»
Vai alla sezione «TEMPOLIBERO»
Torna all'HOMEPAGE

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?