La stanza può essere utilizzata sia dal figlio, che nel tempo libero di tutta la famiglia.

Nuove esigenze

La richiesta: «Nostro figlio è via per gli studi e la sua camera è poco sfruttata. Vorremmo mantenerla disponibile per quando è a casa, ma usarla in settimana».

La soluzione prevede di sfruttare la parete più lunga davanti alla finestra, con un letto a una piazza e mezza a scomparsa. Se chiuso, il letto appare come un elegante mobile armadio, lasciando la stanza gombra e abbastanza libera per ospitare un comodo divano, per esempio color grigio ferro, integrato alla struttura. Quando il figlio torna a casa e si vuole estrarre il letto, i cuscini dello schienale del divano si tolgono, permettendo alla struttura, che accoglie una rete e un comodo materasso, di aprirsi. La testiera, imbottita con lo stesso tessuto del divano, è completata da pratiche mensole.
La composizione prosegue lungo la parete accanto, con un mobile ad angolo che si allunga fino alla porta: qui trovano spazio anche un’ampia scrivania e la televisione.
A pavimento, le piastrelle antiquate sono sostituite da un parquet in rovere chiaro (per esempio quello di Oecoplan, in vendita presso le filiali Coop edile+hobby), che si abbina perfettamente alla scelta delle finiture grigio perla dei mobili e alla tonalità color aviazione della parete libera di fondo.
Tende a pacchetto bianche schiariscono questo piccolo ambiente, illuminato da un binario a soffitto e da una piantana in legno con paralume di stoffa bianca. 

Il bozzetto fornito dall’architetto rappresenta solo un lavoro di ipotesi preliminare di distribu­zione e di arredo; non è da ritenersi sufficiente per procedere a interventi edilizi che necessitano di maggiore approfondimento.


Sotto, l’arredo scuro incupisce questa tipica cameretta anni ’90.

Per una consulenza gratuita basta inviarci una o più foto del locale che volete modificare e le sue misure.

La vostra domanda  su come arredare e sul concetto di benessere domestico va inviata a:

Redazione Cooperazione architetto
casella postale 2550
4002 Basilea

oppure per mail:
cooperazione@coop.ch

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.


ARTICOLI IN EVIDENZA



Un operatore sociale
con la videocamera

Il documentarista luganese Olmo Cerri ci parla del suo particolarissimo lavoro di ricerca sull’immigrazione italiana in Ticino.


*****

Il figlio di Ivan Graziani
si fa strada

Ecco Sala Giochi, il secondo album di Filippo, 36enne che cerca di seguire le orme del papà. Con discreto successo.

*****





Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?