Ponte tra generazioni

TRIATHLON - Grande evento nel prossimo weekend a Locarno. Tra le protagoniste Leila e Nina Bigolin Mros, madre e figlia.

Di madre in figlia. Il triathlon come ponte tra due generazioni. Leila e Nina Bigolin Mros di Losone vivono quotidianamente questa esperienza. La mamma 43enne, la ragazzina 12enne, e una pazza voglia di mettersi alla prova. Entrambe saranno ai nastri di partenza del prossimo Triathlon di Locarno, in programma per il 5 e il 6 di settembre. «È una competizione a cui sono molto legata – ammette Leila –, anche perché una volta l’ho pure vinta».
Gareggia da oltre 20 anni, Leila. Un passato nel mondo dell’atletica leggera, l’attrazione per l’agonismo, l’interesse per il nuoto e per la bicicletta. «Avevo tutti i requisiti per lanciarmi nel triathlon, uno sport che mi avrebbe permesso di unire le mie passioni. Per me ora è uno stile di vita».
Da qualche tempo la figlia Nina segue le sue orme. «Io di certo non l’ho obbligata – scherza la mamma –. Questa è una disciplina in cui si soffre. I ragazzi che la praticano devono essere portati per le prove di resistenza». La 12enne conferma: «Sì, ho scelto io di fare triathlon. Si fa fatica, ma ci sono anche belle soddisfazioni».
A Locarno Nina gareggerà nella categoria delle scolare. A fare da testimonial alla competizione dei più giovani ci sarà un mostro sacro del triathlon internazionale, la 33enne Nicola Spirig, oro a Londra nel 2012. «Una grande occasione – sostiene Leila – sia per i ragazzi, sia per noi adulti. Non capita tutti i giorni di imbattersi in un personaggio simile».

TORNA ALLA SEZIONE «SPORT» DI COOPERAZIONE

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

Testo: Patrick Mancini

Foto: Massimo Pedrazzini

Pubblicazione:
domenica 30.08.2015, ore 00:00


Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?