Sandro Schneebeli:
da «Solo» è meglio

Dell'artista luganese abbiamo parlato più volte su queste pagine. Perchè un musicista curioso e di talento, capace di spaziare con bravura fra stili e generi, prendendo spunti preziosi dai tanti viaggi per il mondo.
  — DIEGO PERUGINI

Ma ora il chitarrista luganese si concentra su sé stesso coronando il sogno di realizzare un album particolare. Dove non ci sono compagni di band e ospiti illustri, ma esclusivamente Sandro e la sua chitarra acustica. Titolo esplicito, Solo (NEVEmusic), per un cd strumentale, con 16 pezzi spesso brevi ed evocativi, dove il tocco della sei corde, elegante e raffinato, si mescola a rumori di fondo originali. Una colonna sonora delicata e rilassante, mai noiosa o cerebrale. Anzi, piacevole nelle sue melodie familiari e nei ritmi appena accennati. Un po’ di jazz, un pizzico di folk, qualche sprazzo latino o esotico, con titoli efficaci come Jolimont, Immortelle e 4 And One. Volete vederlo live? Il 13 novembre suona alla Domus Poetica di Bellinzona per Chitarre ai Castelli.

Torna al menu «MUSICA»
Vai alla sezione «TEMPOLIBERO»
Torna all'HOMEPAGE

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.


ARTICOLI IN EVIDENZA



Un operatore sociale
con la videocamera

Il documentarista luganese Olmo Cerri ci parla del suo particolarissimo lavoro di ricerca sull’immigrazione italiana in Ticino.


*****

Il figlio di Ivan Graziani
si fa strada

Ecco Sala Giochi, il secondo album di Filippo, 36enne che cerca di seguire le orme del papà. Con discreto successo.

*****





Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?