Luca Banfi effettua di persona il porzionamento del suo dolce alle castagne.

Sempre più innovativi

Specialità di nicchia e originali. È il segreto del successo di Chocolat Stella, piccola fabbrica di cioccolato di Giubiasco che esporta le sue creazioni in 50 Paesi.

Nel segno dell’innovazione e della creatività. È così che, nonostante i problemi dell’euro e la crisi economica, una piccola fabbrica di cioccolato della Svizzera italiana continua a farsi apprezzare in ogni angolo del pianeta, persino in Australia e in Giappone. Dietro al successo di Chocolat Stella di Giubiasco c’è anche la grinta della direttrice Alessandra Alberti. «Le grandi sfide – sostiene – oggi possono essere vinte solo con la qualità e studiando sempre ricette innovative e imballaggi particolari».
Una storia che inizia nel lontano 1928, una cinquantina di collaboratori, circa 1300 tonnellate di cioccolato prodotte ogni anno, di cui il 25% con il marchio ‘di casa’ e il 75% con il nome dei diversi clienti. «La nostra forza – dice la direttrice – sta nei prodotti di nicchia. Possiamo contare su un team di esperti che ogni settimana studia e crea nuovi abbinamenti. Ad esempio, siamo leader mondiali nella fabbricazione di cioccolata senza aggiunta di zucchero. Questo settore rappresenta il 30% del nostro fatturato». Tra i filoni percorsi da Chocolat Stella anche quelli destinati alle persone con allergie. «Il nostro cioccolato senza lattosio e quello vegano vanno fortissimo».

Dal 2013 lo stabilimento di Chocolat Stella dispone di una nuova e moderna ala produttiva. «Grazie al costante impegno dei nostri rappresentanti nelle principali fiere di tutto il mondo, esportiamo la nostra cioccolata in 50 nazioni differenti. Ci siamo, dunque, adattati agli standard di sicurezza alimentare riconosciuti a livello internazionale. Acquistiamo il cacao direttamente dalle cooperative dei vari Paesi della zona equatoriale. Lo lavoriamo con cura e passione, nelle massime condizioni igieniche. Abbiamo oltre 200 ricette diverse. In molti casi personalizziamo il cioccolato in base alle richieste del cliente. Sperimentiamo molto, negli ultimi dieci anni abbiamo lanciato linee fuori dagli schemi, cavalcando ad esempio l’abbinamento tra cacao e salato. Dobbiamo e vogliamo essere sempre più originali».

Un cioccolato sano

Chocolat Stella è presente nell’assortimento Coop con alcuni prodotti funzionali, legati anche a esigenze particolari della clientela. Ad esempio con il cioccolato al latte senza aggiunta di zuccheri, oppure con la variante con nocciole intere. Con il marchio Coop ecco invece il cioccolato Weight Watchers, in due varianti: al latte o al latte con cereali. Va citata inoltre anche la cioccolata Freeform senza lattosio (ottima anche per vegani). Gli ultimi arrivati? I cuoricini di cioccolato senza lattosio.

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

Testo: Patrick Mancini
Foto: TiPress
Pubblicazione:
lunedì 02.11.2015, ore 00:00


Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?