Francesco Guerriero si è trasferito con la famiglia in Canada per vivere circondato dalla natura.

Ticinesi in terra di salmoni

Nella British Columbia Pesca, cucina mediterranea e panorami mozzafiato. Un’immersione nell’avventura di una famiglia neo-canadese.

www.deepcreeklodge.com/ita

Terrace si trova nell’Ovest del Canada, 1200 chilometri a Nord di Vancouver. Una cittadina circondata da foreste senza confini e da corsi d’acqua che, qualche ora più a Ovest si tuffano nell’oceano Pacifico. A breve distanza dall’agglomerato urbano, un’enclave ticinese, il Deep Creek Lodge, casa della famiglia Guerriero e luogo di ristoro per pescatori e amanti della natura. Nel 2013 Francesco Guerriero con la moglie Sara e le figlie Maia e Martina hanno deciso di lasciare il Ticino e trasferirsi in British Columbia per aprire un bed&breakfast.

«

A Terrace il salmone fa parte della sussistenza: crudo dʼestate, affumicato dʼinverno »

Francesco Guerriero, pescatore ticinese proprietario di un B&B in Canada.



L’occasione colta al volo
«Qualche anno fa lo zio di mia moglie, al rientro da un viaggio di pesca a Terrace, ci disse: “È stato eccezionale, peccato che è l’ultimo anno che si può soggiornare in quel cottage. I proprietari vogliono venderlo”. Per noi, fu l’occasione da non perdere». Detto fatto, da quasi tre anni il Deep Creek Lodge è in mano loro. Un tuffo nel vuoto? Non proprio. Dall’età di 16 anni, Francesco Guerriero pianifica vacanze all’insegna della pesca, e aveva già lanciato l’amo dalle rive del fiume Skeena, principale affluente della regione. Per sua fortuna, il resto della famiglia ha accolto con entusiasmo la scelta. «Le ragazze hanno oggi 8 e 11 anni e si sono adattate in fretta. Con noi parlano italiano, ma tra loro comunicano ormai solo in inglese». Francesco e la moglie Sara in Ticino erano rispettivamente consulente informatico e assistente di studio medico. Ora si dedicano all’ospitalità e all’organizzazione di attività per i turisti.

Territorio di salmoni
«Da metà giugno a ottobre, diverse specie di salmonidi risalgono i fiumi ed è un richiamo irresistibile per gli appassionati di pesca», spiega Francesco. I coniugi gestiscono l’alloggio, le battute di pesca al fiume e al mare insieme a guide locali, e il vitto, punto forte rispetto alla concorrenza locale (ad esempio, il trend gastronomico dell’estate scorsa a Terrace era cucinare il salmone alla griglia in un cartoccio con le patatine chips spezzettate come …condimento). «Noi usiamo verdure del nostro orto, uova delle nostre galline, funghi dei boschi circostanti e, naturalmente, offriamo salmoni pescati da noi o dall’ospite, che cuciniamo in stile mediterraneo, senza coprire il sapore del pesce». A Terrace e dintorni, il salmone la fa da padrone a tavola, ma «le pescherie sono rarissime», precisa Francesco. «Quasi tutti si forniscono direttamente dai fiumi e conservano il proprio bottino in congelatore oppure affumicato».

Turismo e pesca
Le cinque varietà di salmone che risalgono la corrente per deporre le uova sono qui i chinook, coho, sockeye, pink e il chum (vedi riquadro a fianco). Se i clienti del Lodge desiderano portare del salmone affumicato a casa, Francesco suggerisce però di pescarlo in mare: «perché quando entrano nel fiume smettono di nutrirsi. Più tempo trascorrono alla ricerca del luogo d’origine, meno la carne è pregiata». Non tutti i pescatori giungono fin qui per il salmone, ma perché mirano alla cattura di esemplari unici. «I paesi di provenienza della clientela del Lodge sono vari: ci sono ticinesi, americani e giapponesi. Questi ultimi, ad esempio, vengono sovente per lo steelhead, un trofeo ittico molto ambito». La natura qui è un Eden senza confini e i fiumi abbondano di pesci. Tuttavia la probabilità di tornare a casa a mani vuote è sempre presente. Per consolare e far sognare chi non ha successo con can-ne, lenze&Co, ci sono per fortuna panorami mozzafiato e l’accoglienza squisita della famiglia Guerriero.

1 von 3


I ticinesi Francesco e Sara Guerriero gestiscono il Deep Creek Lodge, a Terrace (BC - Canada).

I ticinesi Francesco e Sara Guerriero gestiscono il Deep Creek Lodge, a Terrace (BC - Canada).

I ticinesi Francesco e Sara Guerriero gestiscono il Deep Creek Lodge, a Terrace (BC - Canada).

Tartare di salmone e avocado

Ingredienti

  • 240 g di salmone fresco abbattuto per 24 ore in congelatore
  • 2 avocado
  • q.b. sale
  • q.b. pepe rosa o misto
  • 1 C. d’olio evo
  • ½ limone, il succo
  • rucola o insalata a piacere
  • 1 limone a spicchi


Preparazione
Tritare grossolanamente l’avocado, bagnare con il succo di limone e salare leggermente. Tagliare il salmone a coltello, regolare di sale e pepe e condire con un filo d’olio. Con l’aiuto di un coppapasta impiattare facendo un primo strato di avocado (circa per 1/3) e un secondo di salmone (circa 2/3). Servire con insalata, uno spicchio di limone e condire con olio e pepe.

Salmone affumicato con salsa all’aneto

Ingredienti

  •     400 g di salmone canadese
  •     8 mazzetti di aneto
  •     1 cipollotto tritato
  •     1 C. di succo di limone
  •     3 C. di panna acida
  •     1 C. d’olio evo
  •     8 fette di pane tostato
  •     1 limone, 1 arancio e 1 lime a fette


Preparazione
Tritare metà dell’aneto e il cipollotto. Aggiungere alla panna acida diluita con il succo di limone e l’olio d’oliva. Distribuire le fette di salmone sui piatti, servire con la salsa e pane tostato. Decorare con fettine di limone, lime, arancio e l’aneto.

Salmone al forno con riduzione di aceto balsamico

Ingredienti per il salmone

  • 800 g di salmone fresco
  • (4 filetti da 200 g ca.)
  • 1 mazzetto misto origano, prezzemolo, menta o mentuccia
  • un filo d’olio evo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 pizzico di sale e pepe
  • 3 dl di aceto balsamico
  • 1 C. di miele liquido
  • 2 chiodi di garofano
  • 4 bacche di ginepro
  • un po’ di pepe in grani


Preparazione
Tritare origano, prezzemolo e menta, schiacciare l’aglio e unire all’olio; condire con sale e pepe. Adagiare i filetti di salmone in una pirofila e coprirli con il trito di erbe. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 15-20 minuti (devono rimanere rosa al cuore). Scaldare l’aceto balsamico con il miele e le spezie in un tegame a fuoco basso. Lasciar ridurre della metà (ca. 15 minuti). Filtrare per eliminare le spezie e servire con i filetti di salmone.

Il salmone affumicato canadese proposto da Fine Food si distingue per un colore rosa tenue. «È anche chiamato salmone chum o Dog Salmon, a causa dei denti sporgenti. È la varietà più consumata dai nativi canadesi. «Ha un colore naturalmente più chiaro rispetto ad altri» spiega Francesco Guerriero. Questo salmone  vive nell’Oceano Pacifico e ha un basso  contenuto di grassi saturi.
Fine Food Wild Canada Keta Salmon, (fr. 9.95/100 g), disponibile nei grandi centri Coop.

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

Testo: Elisa pedrazzini
Foto: Alain Intraina, Francesco Guerriero

Pubblicazione:
lunedì 07.12.2015, ore 00:00


Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?