Troye Sivan: 20 anni,
una star dall’Australia

È una delle rivelazioni del­l’anno. Un ventenne dall’Australia, che ha iniziato il suo percorso sul web, raccogliendo fiumi di consensi su YouTube e Twitter. — Diego Perugini

Ma Troye Sivan non è un eroe virtuale, bensì un autore sensibile e profondo, nonostante la verde età. Così nel debutto di Blue Neighbourhood (Universal) racconta di sé e del mondo, d’amore e omosessualità, di ansie adolescenziali e sztress da successo. Il suono è moderno ed elegante, in linea con l’elettropop di oggi, ma anche con forti richiami agli anni Ottanta. Troye ha una voce morbida e suadente, a suo agio in brani melodici e (moderatamente) ritmati come Ease, Youth e Cool, potenziali singoli da classifica. Altrove, come in Bite, l’atmosfera diventa più minimale nella descrizione di un crescente desiderio sessuale, mentre Heaven, in collaborazione con Betty Who, gioca su atmosfere più ricche ed elaborate. Un buon esordio per un artista che ha tutte le carte in regola per diventare un punto di riferimento per i teenager più sensibili.

ARTICOLI PRECEDENTI

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?