Una mini Parigi in cui si imbocca la via principale, Rue de Gusteau, per poi finire in Place de Rémy.

Quel piccolo topino
a Disneyland Paris

L'IDEA — Da questa estate il noto parco divertimenti ha un’attrazione in più. È stato ricreato il tema del film «Ratatouille»: un grande successo, come dichiara il portavoce Damien Vayne.

Nel 2007, con il film d’animazione «Ratatouille», la Disney ha toccato un tema difficile. Come contesto per l’ottavo lungometraggio d’animazione della Pixar Animation Studios, i registi Brad Bird e Jan Pinkava hanno scelto la Haute Cuisine. In verità si tratta di un tema non proprio da bambini. I più piccoli, tendenzialmente, si associano piuttosto alla pasta, alla pizza e agli hamburger. Dopo avere vinto la scommessa nelle sale cinematrografiche, dalla scorsa estate i protagonisti di  «Ratatouille» hanno conquistato anche Disneyland Parigi. Il noto parco divertimenti ha infatti deciso di dedicare al topo Rémy e ai suoi amici  un importante spazio all’interno della struttura. Dalle reazioni del pubblico, sembra che l’operazione sia perfettamente riuscita.  

L’eroe del film, Rémy, è un piccolo ratto con una grande passione per le specialità culinarie. A Parigi finisce per caso nei pressi di un locale per buongustai, in passato gestito dal suo idolo ormai defunto Gusteau. Nel ristorante osserva il goffo sguattero Linguini al lavoro. Rémy, il supercuoco, lo aiuta segretamente dandogli consigli sugli ingredienti più saporiti. Con la location per il film, Brad Bird e Jan Pinkava non sono in realtà andati così lontano dal mondo dei bambini, almeno non in Francia, dove è ambientato «Ratatouille». «Con un bambino francese di sette anni si può mangiare tranquillamente in un locale raffinato, non con un bambino tedesco», dichiara Marguerite Dunitz-Scheer, pediatra e nutrizionista, cresciuta tra l’altro in Svizzera e che oggi lavora a Graz. «In Francia i neonati ricevono un’alimentazione varia, per cui alla fine del primo anno di vita conoscono circa 40 diversi sapori; in Germania i bambini ne conoscono solo 10». Il successo ha dato ragione alla Disney: oltre a vincere diversi premi, il film ha incassato in tutto il mondo circa 624 milioni di dollari, attestandosi al 18º posto tra tutti i film di animazione, e non solo nella classifica dei film Disney.



Il trenino di Ratatouille coniuga la tecnologia in 3D con veicoli moderni e computerizzati.



Cinque anni di lavori
Disneyland cerca ora di sfruttare il successo della «Haute Cuisine». Dopo cinque anni di lavori, quest’estate a Disneyland Parigi è stata aperta una via parigina a grandezza naturale, «Il mondo di Rémy».  In questa incredibile mini Parigi, la via si chiama Rue de Gusteau e finisce in Place de Rémy, che assomiglia alla Place Dauphine dell’Île de la Cité. La via è punteggiata da lampioni e balaustre in ferro battuto, mentre platani e castagni perdono le foglie al vento. Tutt’intorno si trovano tipici edifici parigini, poco più piccoli dei loro modelli, alcuni bianchi e rossi e altri in pietra color beige. Tra tutti questi palazzi, un corridoio porta nel cuore della grande attrazione, il trenino Ratatouille.

Bambini euforici
I gemellini irlandesi di quattro anni Lucy ed Even sono entusiasti: hanno appena vissuto un’avventurosa  caccia a inseguimento. Insieme sono stati inseguiti nella cucina e nel ristorante da Gusteau, sono dovuti fuggire attraverso passaggi per topolini e per un pelo non sono stati acciuffati, il tutto in 3D. «Ci si sente davvero come un topo in fuga», ammette anche la mamma Ann-Marie. Il nuovo trenino è l’anima dell’estensione dei Walt Disney Studios, uno dei due parchi a tema di Disneyland Parigi. L’ampliamento ha richiesto ben cinque anni di lavori tra sviluppo e costruzione, e ha creato lavoro per circa 4.000 persone. I costi sono stimati a oltre 200 milioni di euro, «una somma record per un’attrazione in un parco europeo», scrive il giornale online francese Atlantico.

Sedici milioni di spettatori all’anno
L’intenzione dietro a questi lavori era semplice: «Vogliamo offrire qualcosa alle persone, rendere la visita al parco ancora più gratificante e ampliare la nostra Disneyland», dichiara la capo designer Beth Clapperton. Disneyland dovrebbe quindi rimanere la destinazione numero uno a Parigi, preferita addirittura a Notre Dame e alla torre Eiffel. Ben 16 milioni di visitatori inondano ogni anno entrambi i parchi tematici Disney, che da 22 anni «rappresentano un luogo dove i sogni diventano realtà», come ricorda con entusiasmo il portavoce Damien Vayne. Solo i parchi danno lavoro a 15.000 dipendenti; con i sette hotel e le aziende dell’indotto, Disneyland Parigi assicura circa 50.000 posti di lavoro.

Con il trenino gli ingegneri hanno esplorato un territorio sconosciuto. È stato sviluppato completamente da zero e coniuga la tecnologia 3D con veicoli moderni e computerizzati. Il risultato è un inseguimento da cui non sono esclusi né bambini né donne incinte. «Il trenino è ricco di azione e al tempo stesso adatto alle famiglie»: così l’ingegnere Björn Heerwagen descrive questa nuova attrazione. I costruttori ci sono riusciti grazie a delle piccole vetture, le topo-mobili, i cui movimenti sono calibrati esattamente al film in 3D che vedono i visitatori. Si ha così l’impressione di una corsa velocissima anche se le vetture procedono con calma e senza grandi accelerazioni.

Il ristorante «Chez Rémy»
Nel nuovo mondo di Ratatouille, oltre al trenino ci sono anche un ristorante e una boutique che riscuotono un grande successo presso i frequentatori del parco divertimenti. Il ristorante «Chez Rémy» non è solo intitolato all’eroe del film, offre anche una cucina di alta qualità, proprio come Rémy in Ratatouille. «Il menu non è molto ampio, ma i prodotti sono tutti freschi e locali», sottolinea Vayne. Tra le proposte vi sono insalate fresche, manzo alla griglia o merluzzo arrosto, e come contorno patatine fritte o purè. E naturalmente la ratatouille. Per i vegetariani, minestra di fagioli con tofu. Tutto è buonissimo e cucinato in maniera elegante, come se i piatti fossero stati preparati da Rémy in persona.

Da Coop a decorare il panpepato

I bambini amano tutto ciò che ha a che fare con la cucina, che si tratti di lavorare con le formine dei biscotti, di pelare la verdura o più semplicemente di mescolare la pasta nella scodella. Meglio ancora poi se possono aggiungervi una dose della loro creatività, come per esempio quando si tratta di decorare i dolci.
Il prossimo 5 novembre si terrà al ristorante Coop di Canobbio la tradizionale decorazione del panpepato. L’invito a venire a decorare i loro dolci di panpepato è rivolto a tutti i bambini in età compresa tra 4 e 9 anni. Per lo spuntino ci sono a disposizione frutta e bevande. I piccoli potranno poi portare a casa i dolci decorati. La partecipazione è gratuita. L’evento si terrà mercoledì 5 novembre dalle 14 alle 15.30. È indispensabile annunciarsi entro il 31 ottobre. Per ulteriori info e per annunciarsi si vada al sito: www.coop.ch/disney

«Tutti ai fornelli»
le figurine e la cucina

Cosa ne direste di un’insalata di anemoni? O di un leone di cervelas? Anche il mini-gelato non sembra affatto male! Nel nuovo ricettario con album di figurine «Disney Tutti ai fornelli!» troverete 24 fantastiche ricette per preparare colazioni, spuntini, primi e secondi, dolci e bibite: tutte ricette semplici e raffinate create da Betty Bossi. Per alcune è disponibile anche un video online: (https://disney.coop.ch/it/ricette-e-co#videos).

Il ricettario con album «Disney Tutti ai fornelli!» è in vendita dal 20 ottobre al 6 dicembre 2014 in tutti
i supermercati Coop, Coop City, Coop Pronto e da coop@home al costo di 2.90 fr.
 
Le 156 figurine ritraggono i beniamini Disney più amati dai bambini: Paperino, Pippo, Re Leone e molti altri personaggi saranno disponibili dal 20 ottobre al 6 dicembre 2014 in tutti i punti vendita dei supermercati Coop, Coop City, Coop Pronto, nei ristoranti Coop e da coop@home. Ogni 20 franchi di spesa (esclusi tabacchi e bevande alcoliche) si ha diritto a una busta con 5 figurine in omaggio. Ogni ulteriore busta può essere acquistata al prezzo di 50 centesimi (ad eccezione dei ristoranti Coop e di coop@home).

I più fortunati troveranno nella busta un buono per uno Stikeez. Questi simpatici personaggi si possono attaccare su tutte le superfici lisce. Ce ne sono 16 diversi tipi, ad esempio con il topo Remy (dal film Ratatouille), Biancaneve, Pluto, Minnie o Campanellino.

Tutti i prodotti sono disponibili fino ad esaurimento delle scorte.Maggiori informazioni al sito: www.coop.ch/disney

Trova su «parfumfinder» il tuo profumo: www.impo.ch

capitale della haute-cuisine

1.    In che anno è stato lanciato «Ratatouille»?
S    1999
R    2002
P    2007

2.    Quale studio di successo ha comprato la Disney?  
A    Pixar
E    Universal
O    EuropaCorp

3.    Come si chiama il topo protagonista del film «Ratatouille»?
D    Jean
N    Gustav
R    Rémy

4.    Quante attrazioni ci sono ora a Disneyland Parigi?
U    42
I    60
L    55

5.    Da Chez Rémy vengono usati prodotti locali. In che percentuale?
V    60%
S    80%
M    100%







La soluzione è…



PARIS

Commento (7)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

Testo: Thomas Compagno
Foto: Stefan Borer
Pubblicazione:
lunedì 27.10.2014, ore 00:00


Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?