“Un piede in due scarpe” di Bruno Morchio (ed. Rizzoli): uno psicologo e un commissario indagano su un omicidio nella “Genova Bene”.

Per amore si uccide

“Un piede in due scarpe” di Bruno Morchio (ed. Rizzoli): uno psicologo e un commissario indagano su un omicidio nella “Genova Bene”.– FABRIZIO QUADRANTI

Le citazioni possono essere bellissime o orrende. Si pensi, per esempio, a chi le usa per definire una distanza, per mostrarsi “più bravo” dell’interlocutore (o lettore). Peggio ancora, si pensi a Don Abbondio ed al suo latinorum. Sono belle, invece, quando permettono un’espressione più precisa, quando “segnano” una cifra stilistica. Di più, quando implicano una miglior conoscenza di sé.
Il modello più fruibile oggi è quello di Bruno Morchio. Ora in Un piede in due scarpe (Rizzoli) abbandona il suo eroe seriale, Bacci Pagano, per presentarcene uno nuovo: il dottor Paolo Luzi. Che quasi per caso si ritrova ad indagare su un omicidio nella “Genova Bene”. Lo schema è quello classico (delitto-indagine-risoluzione), ma quel che più colpisce qui è la profonda conoscenza dell’animo umano (l’autore è psicologo e psicoterapeuta), l’accorata descrizione di Genova (cuore della narrativa di Morchio), la sua grande capacità espressiva. Qui si va nelle pieghe nascoste di quel sentimento che da sempre condiziona e trascina l’esistenza di ognuno di noi. Anche nella sua assenza. Per amore si può morire ma anche uccidere, si può sfidare l’impossibile e rincretinire davanti al banale. Una gran bella storia che nasce da un appuntamento presso uno psicologo e termina…
Bruno Morchio è per chi scrive uno dei migliori giallisti in circolazione. Dicevamo delle citazioni. Innanzitutto Gadda: il commissario di Un piede in due scarpe si chiama Ingravallo, come quello del «pasticciaccio brutto». Poi Kafka, Borges, Bulgakov, Manzoni e Leopardi, ecc… e si evita quello che sappiamo essere il riferimento di Morchio: Raymond Chandler. Che viene citato senza nominarlo, è nell’anima.

Dati richiesti (bin nicht ganz sicher)

Dati richiesti (bin nicht ganz sicher)

Dati richiesti (bin nicht ganz sicher)

Dati richiesti (bin nicht ganz sicher)

Dati richiesti (bin nicht ganz sicher)

Dati richiesti (bin nicht ganz sicher)

Dati richiesti (bin nicht ganz sicher)

Dati richiesti (bin nicht ganz sicher)

 


Scelta sbagliata

 


Scelta sbagliata

* Obbligatorio

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione