(Foto: Hsaskia Cereghetti-Landrini)

Una fondue tra amici

«Alla meta», rifugio e agriturismo vicino a Carì, nei mesi freddi c’è anche la fondue di formaggi ticinese al centro della tavola. — Natalia Ferroni

Pensavamo di arrivarci con le racchette, ma non aveva nevicato abbastanza. Perché solitamente d’inverno, il rifugio agriturismo Alla meta, a 1.670 metri, non è raggiungibile in auto, ma a piedi percorrendo per 35 minuti una comoda strada pianeggiante che parte da Prodòr, vicino Carì (vedi anche www.allameta.ch).

Dalla terrazza del simpatico locale di montagna, che si trova sul versante più soleggiato della valle, possiamo ammirare il suggestivo panorama che si apre sulla valle Leventina. Lara e Patrick Ghirlanda, agricoltori a Osco, tengono aperto per pranzo e, su prenotazione, anche per cena i fine settimana di gennaio e febbraio (con, a scelta, raclette o fondue ticinese), e tutti i giorni durante le vacanze di Carnevale.  In ogni caso, sono aperti su richiesta a partire da un minimo di dieci persone. Qui servono affettati misti, piatti caldi a base di polenta, ma anche minestrone e gnocchi. E dolci fatti in casa. Insomma, una cucina genuina. E nei mesi freddi, anche raclette e fondue, appunto. Il formaggio da raclette viene scelto dall’ospite, dopo averne degustato diversi tipi. Mentre la fondue, per questa volta, l’abbiamo portata noi: fondue ticinese «La mia terra», una sapiente miscela di formaggi del caseificio Gottardo.
Seguendo fedelmente i consigli di preparazione, omettendo però il burro, la fondue che Lara e Patrick portano in tavola risulta molto cremosa. Per assaggiarla, oltre ai gestori, ci sono Claudia, Enzo e Filippo. C’è chi la gusta con un boccone di pane, chi con uno spicchio di pera o qualche patata lessa: la fondue ticinese piace. Ci sta anche una macinata di pepe fresco per renderla più saporita. A tutti, inoltre, dà l’impressione che sia più leggera di altre miscele di formaggio. I giudizi sono unanimi: «una bella scoperta», mentre continuano a formare un otto quando intingono il boccone per mantenere la giusta consistenza. A questo punto, Lara e Patrick decidono d’introdurla nella loro carta menu, aggiungendo quindi un altro prodotto locale ai loro piatti genuini a «chilometro zero». Fuori si è fatto notte. C’immaginiamo il paesaggio sotto una coltre di neve e a luna piena: dev’essere uno spettacolo.

per una fondue speciale

- Mai provato il pane per fondue?
È bianco e, soprattutto, pronto per essere comodamente spezzato a bocconcini senza l’aiuto del coltello. Molto pratico, ideale anche per panini fingerfood.
- Oltre al pane, infilzate anche dei dadini di pera: buono il contrasto freddo-caldo, dolce-salato… perché pere e formaggio sono un abbinamento collaudato.
- Variazioni attorno alla fondue: assaggiate il formaggio con l’aggiunta di pepe verde in salamoia, o con cubetti di prosciutto cotto, o un trito di erbe aromatiche.
- Dal lato abbinamenti: al posto del vino bianco, osate un tè nero affumicato (Lapsan souchong). C’è poi chi segue il rituale del «coup du milieu» a metà fondue: un bicchierino di kirsch, marc, williams, grappa o «calva»…
- Problemi di digestione? Prima di portare la fondue in tavola, aggiungete una punta di cucchiaino di bicarbonato di sodio: renderà il formaggio fuso più soffice e la cena più digeribile.

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.


ARTICOLI IN EVIDENZA



Jamiroquai, un ritorno
a tutto funky

Sette anni. Tanto è passato dall’ultimo cd dei Jamiroquai, tornati ora con Automaton (Universal).


*****

L'arte di osservare
gli uccelli

Munitevi di binocolo e taccuino. È in arrivo una singolare iniziativa promossa da Birdlife Svizzera.

*****


A caccia di asteroidi

L’astrofisica Carrie Nugent spiega perché è nostra responsabilità continuare a scrutare i cieli.

*****




Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?