This presentation requires the Adobe Flash Player. Get Flash!

Vivere felici…
per sempre

In Ticino si stima che le coppie sopra i 65 anni siano più di 17mila. La storia di una coppia di ultrasettantenni che continua ad amarsi come il primo giorno. — GUARDA IL VIDEO!

A circa mille metri di altitudine, sui monti di Paudo, nel comune di Pianezzo in Valle Morobbia, vivono Eliana e Franco Anzola. Una coppia residente di ultrasettantenni che ha trovato la ricetta per convivere in modo armonioso. Un amore che è nato per caso, quando Eliana, più di cinquant’anni fa, perse il treno che da Rivera la portava a Taverne, luogo in cui lavorava come impiegata di commercio. Al momento propizio l’intervento di Franco, che le chiede: «Signorina, vuole un passaggio?».

GUARDA IL VIDEO NELLA NOSTRA WEB-TV

GUARDA IL VIDEO SU TABLET/SMARTPHONE

Da allora sono trascorsi più di cinquant’anni: si sono fidanzati, sposati e hanno messo al mondo la figlia Samanta. Ma come si fa a raggiungere un obiettivo, che oggi sembra fuori portata? Con una buona dose di perseveranza, rispetto e sopportazione. «Le buone maniere sono la base di tutto – spiega Franco – ci vogliono sempre un “per favore” e un “grazie” quando si chiede qualcosa». E Eliana lo sa bene, perché le attenzioni di Franco non le sono mai mancate. La base del rapporto rimane il rispetto. I primi venticinque anni i coniugi Anzola li hanno passati a Camorino, ma da altrettanto tempo vivono sui monti di Paudo. Un incanto, immerso nella natura. Come si fa a vivere in un luogo così isolato dal mondo, dalla frenesia e dalle persone a più di settant’anni? Franco e Eliana se la ridono. Per loro, il desiderio di ristrutturare una casa a mille metri di altitudine è stata una scelta di vita. Non soffrono di solitudine e si sono organizzati: una volta la settimana fanno la spesa in piano, tra Giubiasco e Bellinzona. Le altre volte, quando si occupano di preparare il pranzo alla nipote che frequenta la scuola dell’obbligo, si spostano con lo scooter.

Siccome Eliana non ha mai preso la patente, deve sempre dipendere da Franco; sui monti di Paudo non arrivano i mezzi pubblici. È un piacere vederli sfrecciare insieme sui tornanti della Valle Morobbia in sella alla loro moto; Franco non ha mai trovato un’altra donna che si muovesse così leggiadra in curva. Proprio per questo dice ai suoi amici che non ha mai pensato di cercarsi un’altra donna: «Chi riuscirebbe a seguirmi nelle mie corse spericolate o quando azzardo i miei sorpassi?». Lo dice con il sorriso, ma è la verità, la loro vita è fatta di piccoli spazi creati insieme. Sono dieci anni che dormono in camere separate. Questo è anche amore? Se si è innamorati, a un certo punto della vita bisogna prendere la decisione di stare ognuno nella propria camera. Non significa che non si desiderano, ma che si rispettano. Franco ha abitudini diverse da Eliana. Lui è solito leggere per addormentarsi, magari anche fino all’una di notte. Eliana, invece, dopo avere appoggiato la testa sul cuscino si addormenta.
«Non mi andava di disturbarla nel sonno – chiarisce Franco – per questo abbiamo scelto di dormire separati». Quando si salutano la sera non si baciano per abitudine, ma lo fanno con trasporto. Mettere il sentimento in quel che si fa è essenziale, se un rapporto diventa una routine o se tra i coniugi cessa il dialogo, c’è da preoccuparsi. «Parlare è fondamentale, anche se si litiga, discutere è l’unica chiave che ci permette di trovare la soluzione», spiega Franco.

Cosa temono i coniugi Anzola per il futuro? L’avanzare dell’età e il pericolo delle malattie. Mancando la salute a uno dei due, sarebbe difficile vivere sui monti senza patente. Ma per ora non ci pensano, godono di ottima salute e vogliono continuare a organizzare i loro viaggi con la moto. In viaggio non contano i chilometri che si macinano, ma come si viaggia. E in due è meglio…

Pro Senectute e Coop Per gli anziani

Forte di un’esperienza quasi centenaria, Pro Senectute è a maggiore organizzazione professionale al servizio delle persone anziane in Svizzera. Dal 2007, forte di ciò, Coop collabora con Pro Senectute. La collaborazione tra Coop e Pro Senectute persegue come obiettivo quello di rispondere ai bisogni della popolazione anziana in Svizzera. Ogni giorno, con i suoi 130 centri di consulenza presenti sul territorio svizzero, Pro Senectute offre una larga paletta di servizi e corsi per le persone anziane.

Inoltre Pro Senectute:
• fornisce servizi che permettono di migliorare la vita degli «over 60» a casa loro;
• offre consulenza gratuita e discreta a persone anziane e ai loro congiunti;
• sostiene persone anziane confrontate con problermi economici
• organizza corsi di informati- ca, di lingue, attività creative e sportive, corsi di preparazione al pensionamento;
• si impegna a colmare il vuoto nel mondo digitale;
• favorisce, attraverso manifestazioni e punti di incontro, lo scambio intergenerazionale.  

Per informazioni sulle attività e sul programma dei corsi in Ticino:

Pro Senectute Ticino e Moesano,
Via Vanoni 8/10, 6904 Lugano
Tel: 091 912 17 17.

www.pro-senectute.ch

Campagna nazionale

L’esperienza degli anziani
Vivere a lungo è l’ambizione di ognuno di noi, vivere da vecchi può essere per molti angosciante.

La campagna  nazionale «Tutto ha il suo momento»  è sostenuta da Pro Senectute, le chiese riformate svizzere e la commissione giustizia e pace. Esse auspicano di aprire un dibattito sulla grande anzianità e invitano la popolazione a partecipare raccogliendo delle testimonianze, formulando delle misure concrete, per valorizzare questo gruppo sociale.

www.tutto-ha-il-suo-momento.ch

Testo: Amelia Valsecchi Iorio

Foto: Nicola Demaldi

Pubblicazione:
martedì 27.05.2014, ore 00:00