Il «Giro del mondo» con Ligabue

MUSICA — Sul palco ha pochi rivali in Italia. E non a caso i suoi concerti registrano puntualmente il «tutto esaurito».

Chi se li è persi o ha voglia di riprovare quelle emozioni può godersi Giro del mondo (Warner), cd e dvd che immortalano il Mondovisione tour di Ligabue. Scaletta ricca di successi, dalle arrembanti Urlando contro il cielo e Il sale della terra alle più riflessive Una vita da mediano e Certe notti, spesso cantate a squarciagola dal pubblico adorante. Sonorità toste e clima da stadio, fra rock accesi e ballate romantiche. Ciliegina sulla torta i quattro inediti realizzati ad hoc, brani di buon livello e non semplici riempitivi. C’è sempre una canzone e A modo tuo, già interpretate da Luca Carboni ed Elisa, hanno qui un piglio più deciso. Nella prima, piacevoli gli inserti elettronici e le citazioni anni ʼ80 stile Prince e Tears For Fears. I campi in aprile, dalle delicate atmosfere folk, vanta un toccante testo sulla Resistenza e l’ideale di libertà per cui dare la vita, mentre Non ho che te ha un tiro quasi punk nel ritratto contemporaneo di un uomo che ha perso il lavoro.

ARTICOLI PRECEDENTI

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

Testo: Diego Perugini

Foto: mad (messa a disposizione)

Pubblicazione:
venerdì 17.04.2015, ore 00:00


Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?