Giù a rotta di collo

MONOBOB - Denis Zanetti, 15enne di Cama, è tra i più giovani atleti della Svizzera a praticare una disciplina che mette i nervi a dura prova.

Questa è la storia di una baby rivelazione. Con i suoi 15 anni infatti, Denis Zanetti di Cama è tra i più giovani bobbisti elvetici. Tesserato per il Bob Club della Svizzera italiana, affronta la sua prima stagione agonistica vera e propria. In dote porta un bronzo e un argento ottenuti ai campionati svizzeri di spinta ad Andermatt. «Ma quella è tutta un’altra storia. Ora io punto tutto sul monobob. E per il futuro sogno il bob a due o a quattro». 
L’Audi Monobob Race e i campionati svizzeri juniores sono i suoi obiettivi stagionali. E può contare su una forza di volontà eccezionale. «Gli allenamenti a secco li faccio a Lugano. Quelli sul campo li posso fare invece solo a Celerina, in Engadina. Perché la pista c’è solo lì. Questo significa fare tanti sacrifici, sia a livello di spostamenti, sia dal punto di vista finanziario. Sono all’ultimo anno di scuola media. E dal prossimo settembre inizierò il percorso per diventare elettronico. Forse un giorno sarò pilota. Per fortuna ho una famiglia che mi segue molto». 
Denis sembra avere la giusta dose di sangue freddo per potere sfondare. «Non ho paura di nulla. Amo la velocità. Si scende con il fiato sospeso e con il cuore in gola. Sono sensazioni fantastiche. E poi penso di avere una forza fisica fuori dal comune». Anche se poi mancano i chili. «Per essere un atleta completo bisogna avere una buona massa muscolare. E in questo io ho ancora parecchio da migliorare»

TORNA ALLA SEZIONE «SPORT» DI COOPERAZIONE

Commento (1)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

Testo: Patrick Mancini

Foto: Sandro Mahler 

Pubblicazione:
domenica 20.12.2015, ore 00:00


Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?