L'arte di osservare gli uccelli

Munitevi di binocolo e taccuino. È in arrivo una singolare iniziativa promossa da Birdlife Svizzera. — AMELIA VALSECCHI JORIO

Un giorno, uscendo sul balcone, un ragazzo incappa in un rondone maggiore in difficoltà. La sua storia prima di riprendere il volo?
«Il viaggio è stato lungo, ho percorso più di 10mila chilometri per arrivare a Locarno. Ho svernato in Africa, al caldo, lontano dal freddo inverno europeo. Ma ora è arrivata la primavera, il tempo giusto per fare il nido e sono tornato in Ticino. Purtroppo le mie ali non mi sorreggono più, sono stanco e spossato. Mi lascio planare, cerco di proseguire, ma invano. L’impatto col suolo è imminente, cerco di atterrare dolcemente, mi poso sul balcone di un grande palazzo in centro città. Davide esce sul balcone, attratto da uno strano rumore… Con grande stupore mi vede, disteso a terra, quasi esamine. Siamo entrambi spaventati, ma io ho più paura di lui e chiudo gli occhi. Davide indietreggia, rientra in casa e sparisce. Tiro un sospiro di sollievo, apro gli occhi e cerco di estraniarmi pensando al mare, al cibo e al mio nido che mi sta aspettando sotto la gronda di uno dei palazzi del centro. Dopo poco Davide riappare. Ha con sé una scatola di cartone alla quale ha praticato diversi fori, mi prende con cautela, mi infila dentro e mi porta a Intragna, al centro di cura dell’associazione che protegge e salva gli uccelli selvatici in difficoltà. Quando arrivo, si accorgono subito che non potrò sopravvivere senza un trapianto di penne. Le mie sono ormai distrutte. È la prima volta che l’associazione fa un trapianto di penne a un rondone maggiore in Ticino. Dopo sei ore di operazione, grazie alle penne di un donatore, mi risveglio. Mi sento bene, le mie penne sono come nuove e vorrei riprendere il volo: il mio nido e la mia compagna mi aspettano. Ma non posso avere fretta, mi hanno messo nella camera della “fisioterapia”. Lì trascorro alcuni giorni provando a volare. Il terzo giorno sono pronto e mi ridanno la libertà». 

L'iniziativa
Quante specie di uccelli nidificano in giardino? Che uccello è quello che ha nidificato sull’albero che vedo dalla finestra del salone? Durante l’azione  “Uccelli dei nostri giardini”, che L’associazione Bird Life Svizzera organizza dal 5 al 7 maggio prossimo, avrete la possibilità di scoprirlo. Basta munirsi di binocolo e taccuino, o di smartphone, riprendere gli uccelli che scorrazzano nel vostro giardino e inviarli a Birdlife Svizzera.

Per maggiori informazioni:


Volete farci conoscere il vostro animale da compagnia?

Scrivete a:
Redazione Cooperazione,
Animali, casella postale 2550,
4002 Basilea

oppure per email:
cooperazione@coop.ch

Torna al menu «Animali»
Vai alla sezione «Famiglia»
Torna all'Homepage


ARTICOLI IN EVIDENZA



Un operatore sociale
con la videocamera

Il documentarista luganese Olmo Cerri ci parla del suo particolarissimo lavoro di ricerca sull’immigrazione italiana in Ticino.


*****

Il figlio di Ivan Graziani
si fa strada

Ecco Sala Giochi, il secondo album di Filippo, 36enne che cerca di seguire le orme del papà. Con discreto successo.

*****