Eros Ramazzotti: «Perfetto»

Megalomania? No, grazie. Il Perfetto del titolo del nuovo cd di Eros Ramazzotti non è il presuntuoso annuncio di un capolavoro, ma l’ironia su un intercalare quotidiano.

Oltre che un termine noto in (quasi) tutto il mondo. Non sarà «perfetto», quindi, questo album, di certo però è riuscito e ben equilibrato nei suoni e nelle atmosfere. Fedele al consueto mix fra melodia italiana e vocazione internazionale, Eros si circonda di musicisti di rango (da Vinnie Colaiuta a Michael Landau) e si fa aiutare da autori doc per i testi (incluso il grande Mogol).

Meno elettronica e più chitarre, Ramazzotti pensa positivo e racconta il felice momento personale in un lavoro maturo e solare. Al centro, sempre l’amore: non solo di coppia, ma anche per la vita e per gli altri. Al rapporto coi figli, per esempio, sono dedicate le intense ballate Rosa nata ieri e Tra vent’anni. Convince poco l’esperimento country del primo singolo Alla fine del mondo, sostituito ora da Il tempo non sente ragione, stile pop-rock americano, mentre la ballabile Un’altra estate potrebbe diventare il tormentone dei prossimi mesi.

Diego Perugini

ARTICOLI PRECEDENTI

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

Testo: Diego Perugini

Foto: mad (messa a disposizione)

Pubblicazione:
mercoledì 13.05.2015, ore 13:43


Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?