Vicente Soto pratica il footgolf e ha un sogno: fondare un club locale.

In buca coi piedi

Footgolf: approda in Ticino una disciplina curiosa. A livello agonistico, per ora, l'unico atleta è il muraltese Vicente Soto. 

TESTO: PATRICK MANCINI – FOTO: MASSIMO PEDRAZZINI

Si gioca con i piedi, ma sul green. È il footgolf, strano sport che da qualche anno ha fatto capolino anche nella Svizzera italiana. Merito anche di Vicente Soto, 36enne di Muralto, di origini argentine, unico rappresentante ticinese nelle competizioni, nazionali e internazionali, in cui è attiva l’Associazione svizzera di footgolf. Ora Vicente vuole fare sul serio. «Vogliamo creare un club ticinese. Stiamo cercando persone che vogliano lanciarsi in questa sfida».
L’unico campo da footgolf locale si trova nei pressi del lido di Locarno. Qui i curiosi possono cimentarsi in quella che in altri Paesi, come ad esempio Argentina e Stati Uniti, è una disciplina ormai consolidata. «Anche in Romandia è parecchio diffusa. I ginevrini, tra l’altro, si vantano di essere gli inventori di questo sport». Giocare sembra piuttosto semplice. Le buche hanno il diametro di due palloni ufficiali. Per il resto, servono un pallone e piedi buoni. «Si tratta di uno sport parecchio tecnico. Basato sulla precisione e sulla capacità di intuire la traiettoria esatta del pallone. È una disciplina in cui non esistono contrasti. Il rischio di farsi male è praticamente nullo. Di recente, io mi sono infortunato giocando a squash. Sono ancora in convalescenza. Ecco, lo squash è più pericoloso, tanto per fare un esempio».
Di professione ingegnere informatico, sposato e papà di un bimbo di cinque anni, Vicente da ragazzino aveva praticato il calcio. Poi è passato al golf. «Fino a quel giorno, di tre anni fa, quando a Locarno mi sono accorto che stavano costruendo quel campo così particolare. A quel punto, c’è stata una sorta di folgorazione, sono entrato in contatto con la federazione svizzera, ho iniziato a partecipare alle gare, vincendo pure qualche trofeo, e ho scoperto un mondo fatto di sano divertimento e di allegria».

TORNA AL MENU RITRATTI

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?