Sciovola, curva e frena: così si sconfiggono le proprie insicurezze. 

Tutti in pista!

Pattinaggio: una disciplina divertente, che aiuta a vincere le proprie insicurezze. È il concetto che il Club Pattinaggio Ascona porterà nella magica cornice di Locarno On Ice, con lezioni gratuite.

Cadere e rialzarsi, imparare a stare in equilibrio, riuscire a prendere velocità. Tecniche, e metafore di vita, intrise nel pattinaggio. «Ho iniziato lo scorso inverno. Voglio diventare bravissimo per poi magari fare il giocatore di hockey», dice, speranzoso, Alexander, 6 anni, uno dei pulcini del Club Pattinaggio Ascona. Proprio il club asconese, durante le imminenti festività, sarà protagonista di un’iniziativa particolare: portare la scuola di pattinaggio tra la gente, in Piazza Grande, nella magica cornice di Locarno On Ice. «L’abbiamo già fatto nelle scorse due edizioni – conferma Francesca Botta, coordinatrice degli eventi esterni per la società –. Abbiamo avuto un successo incredibile».


Una febbre che sale
Nella Svizzera italiana la febbre per il pattinaggio è salita a dismisura negli
ultimi anni. E non solo grazie all’attività dei club presenti nella regione. «Gli show dedicati al pattinaggio, le dirette televisive, i reality sono sempre di più – sostiene Botta –. E questo incuriosisce il pubblico. C’è tanta voglia di ghiaccio. Pensiamo anche al boom di piste natalizie come quella di Locarno On Ice (che aprirà i battenti giovedì 23 novembre). Ne stanno sorgendo in ogni angolo del Ticino, e non solo. La gente è affascinata dall’idea di riuscire a muoversi sul ghiaccio. Portando la nostra scuola in Piazza Grande vogliamo permettere a tutti, anche alle famiglie che magari non hanno i mezzi economici per andare in vacanza, di vivere momenti spensierati,
a pochi passi da casa».


Lo slalom tra i pupazzi
E per capire meglio il concetto, basta dare un’occhiata all’entusiasmo con cui si allenano i ragazzini del Club Pattinaggio Ascona, presieduto dal dinamico Walter Dal Busco. Da qui, dall’anacronistica pista Siberia di Ascona (ancora oggi senza un tetto di copertura), parte il progetto che incanterà Locarno On Ice.
Alla balaustra, incontriamo la piccola Uma, di soli 5 anni. «Un giorno la mamma mi ha portato a provare a pattinare. E mi è subito piaciuto. Adoro fare lo slalom tra i pupazzi in peluche. Mi diverto sempre tanto». «Abbiamo circa 200 pattinatori – sottolinea Melania Albea, maestra e responsabile della scuola di pattinaggio –. Dai 3-4 anni in su. Il pattinaggio è uno sport completo. Muovi tutto il corpo. Il principiante solitamente ha timore di lasciarsi andare, perché è confrontato con un elemento, il ghiaccio, su cui non è abituato a muoversi. Imparare a pattinare significa, in un certo senso, anche imparare a gestire le proprie emozioni e le proprie paure. Vincere le insicurezze. Anche per questo, durante le nostre lezioni, deve sempre emergere l’aspetto ludico». Ed è lo stesso “credo” che il Club Pattinaggio Ascona esporta in Piazza Grande, a Locarno. «Le nostre lezioni in piazza – precisa Dal Busco – accolgono una quarantina di bambini per volta. Capita che si presenti anche qualche adulto. Tutto si svolge in un contesto normale, senza particolari pressioni».


L’iniziativa benefica
Tra i pattinatori del club asconese, c’è anche chi ha avuto la fortuna, e il talento, di approdare al pattinaggio artistico. È il caso delle sorelline Sara e Sofia Franzi,
di, rispettivamente, 11 e 13 anni. Proprio Sara, in merito a Locarno On Ice, ha avuto un’intuizione degna di nota. Culminata in uno spettacolo benefico, giunto ormai alla terza edizione. «Pratico uno sport bellissimo – ammette Sara –. Mi sento una ragazzina privilegiata. Però so che non tutti hanno questa fortuna. Ci sono persone che soffrono e che non possono vivere tali emozioni. E così ho proposto uno show sul ghiaccio, con numeri singoli e di gruppo, attraverso il quale raccogliere fondi da destinare ad associazioni benefiche. È sempre un bel momento di festa e di solidarietà».

Le date da ricordare

Sono sei le date in cui, grazie al sostegno di Coop, il Club Pattinaggio Ascona
si mette a disposizione del pubblico per dare lezioni di pattinaggio in Piazza Grande: il 27, 28 e 29 dicembre e il 3, 4 e 5 gennaio. Sempre dalle 10 alle 11 del mattino. L’iscrizione è libera. Ma occorre presentarsi sul posto almeno un quarto d’ora prima. Unico requisito: riuscire a stare in equilibrio sul ghiaccio.
Abbigliamento consigliato: vestiti caldi, guanti e un casco. I pattini sono messi a disposizione.

Mercoledì 20 dicembre, ore 19 è previsto lo show di beneficenza. Il ricavato sarà devoluto all’associazione “All’ospedale giocando”.

Locarno, Melide, Bellinzona o Caslano? Quale pista di pattinaggio volete testare? A partire da fine novembre e fino alla prima settimana di gennaio, in queste località, oltre alla possibilità di pattinare, ci saranno spettacoli, Babbi Natale a cavallo di rombanti Harley Davidson, sfide di broomball (una sorta di hockey da giocarsi sul ghiaccio, senza pattini e con le scope di saggina) e concerti.
Domenica 26 novembre grande giornata per le famiglie in Piazza Grande, a Locarno, con “Coop on Ice”. La mattina sarà coloratissima, grazie al trucca bimbi del Circo Tonino. Il pomeriggio, la compagnia teatrale Wakouwa animerà i più piccoli con
un simpatico spettacolo.
Mercoledì 29 novembre appuntamento imperdibile a MelideICE, con lo show del Circo Tonino. A Bellinzona, invece, spazio a un gigantesco carrello infiocchettato e a un accattivante concorso. Il tutto tra un aperitivo, un salamino, una filante fondue, o un caldo vin brûlé. E, ovviamente, la possibilità di noleggiare i pattini. Tutte le manifestazioni sono sostenute da Coop.



Per maggiori informazioni:

Locarno on Ice

MelideICE

Caslano on Ice

Natale a Bellinzona

Servizio di: Patrick Mancini
Foto: Massimo Pedrazzini, Alain Intraina

Pubblicazione:
martedì 21.11.2017, ore 06:40