Durente le vacanze si tende a bere di più.

La vacanza passa dal bicchiere

Ogni regione vinicola ha le sue peculiarità. D’estate si va alla ricerca delle bollicine e dei rossi non barricati.

Secondo un’analisi sui consumi di vino, risulta che si beve di più nei fine settimana e in vacanza, quando si è più rilassati. Alle nostre latitudini, ma anche in Francia e in Spagna, si prediligono bevande dissetanti. L’Aperol Spritz resta l’aperitivo più in voga, spumante servito ghiacciato con acqua frizzante e quella punta di amarognolo dell’Aperol che disseta. Ma a cena, quando le temperature si abbassano, ecco che un bianco fresco o delle bollicine servite freschissime sono un bel toccasana. Se il Prosecco è il vino frizzante di riferimento (tanto da essere erroneamente utilizzato come sinonimo di spumante), questa tipologia di vini è ormai prodotta in ogni regione. Le vacanze sono anche l’opportunità per scoprirne di nuovi. Sempre più produttori hanno un punto vendita diretto e su appuntamento, sono disponibili ad aprire le porte della propria cantina. Ma ritorniamo alla cena. Ecco che l’abbinamento regionale sicuramente allieterà il palato e arricchirà le vostre conoscenze enologiche. Se le temperature tropicali persistono, scegliete vini poco alcolici senza passaggio nel legno e soprattutto non esitate a chiedere un secchiello del ghiaccio anche per i rossi. In estate questa tipologia di vini, bevuti a sedici gradi, sono un vero piacere.

Brut ginevrino

Terzo cantone viticolo della Svizzera, Ginevra, vantando una tradizione millenaria risalente già all’epoca romana, produce più di 13,5 milioni di vino l’anno. La Cave de Genève, creata nel settembre del 1994, è il risultato dell’impegno e della passione dei viticoltori ginevrini che, già alla fine della Prima Guerra Mondiale, hanno voluto unirsi per dare forza e credibilità al loro lavoro. Il Baccarat Chardonnay Blanc de Blancs Brut è un classico spumante svizzero per le feste e gli aperitivi che, con il suo color giallo paglierino dai riflessi dorati, incanta per l’unione di aromi floreali e fruttati. Morbido e dal perlage fine e persistente, è eccezionale con una terrina di foie gras o con dolci alla frutta.






Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?