«Vi dico ciò che non volete sentire»

Si chiama "No Comment" ed è il nuovo album di Nitro. Un lavoro lucido e intenso. Da gustare. — DIEGO PERUGINI

Ancora buone notizie dal rap italiano. Ce le porta Nitro, 24enne d’origine veneta, che con No Comment (Sony) realizza un lavoro lucido e intenso, che sguazza fra stili e generi. E racconta senza peli sulla lingua (ma con una certa profondità) i mali della nostra società. Il suono è robusto, spesso contaminato con rock duro ed elettronica, le rime alternano crudezza disturbante (Violence) e momenti più riflessivi (Ho fatto bene), con frequenti citazioni di film e serie tv. Si sente la mano, fra produzione e composizione, di un big come Salmo, per esempio nella satira divertita e divertente di Infamity Show, critica della superficialità del mondo dei social (e non solo), mentre Buio Omega descrive scenari apocalittici. Non mancano, in Passepartout e nell’aggressiva Last Man Standing, rivendicazioni e confronti con gli altri rapper. E ce n’è pure per la superficialità dei fan che criticano ma non rinunciano ai selfie: ascoltare per credere la polemica Chairaggione

Torna al menu «MUSICA»
Vai alla sezione «TEMPOLIBERO»
Torna all'HOMEPAGE

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?