Chi ha dato il nome ai punti cardinali?

1 von 3


Secondo la mitologia nordica la volta celeste fu creata con il cranio di colui che fu considerato il primo essere vivente, il gigante Ymir, dopo essere stato ucciso dal padre degli Dei, Odino. A sorreggere il cielo furono posti i nani Nordri, Sudri, Austri e Vestri, ciascuno nella direzione corrispondente al proprio nome: Nordri a Nord, Sudri a Sud, Austri a Est e Vestri a Ovest. Questa spiegazione è contenuta nel «Gylfaginning» (L’inganno di Gylfi), prima parte dell’opera «Snorra Edda» del  poeta e storico Snorri Sturluson (1179-1241). Quest’opera, anche chiamata Edda in prosa, narra delle tradizioni e dei miti nordici.

VESTRI: L'Ovest rappresenta la sera e l'autunno.
SUDRI: Il Sud rappresenta il mezzogiorno e l'estate.
NORDRI: Il Nord rappresenta la notte e l'inverno.
AUSTRI: L'Est rappresenta il mattino e la primavera.

In astronomia, i punti cardinali ci aiutano a orientarci utilizzando il sole, la bussola e la misurazione dell’azimut.