Ce ne andiamo una vita in vacanza

È il gruppo rivelazione del festival di Sanremo. Lo Stato Sociale rappresenta una boccata d'aria fresca in mezzo a molti déjà vu. — DIEGO PERUGINI

Sono stati la rivelazione dell’ultimo festival di Sanremo, grazie al loro spirito divertito e irriverente. Una boccata d’aria fresca in mezzo a tanti déjà vu. Ma, in realtà, i ragazzi de Lo Stato Sociale sono già da diversi anni un punto di riferimento importante per la scena alternativa italiana. Il nuovo cd, Primati (Universal), fa il punto sulla loro carriera ed è un buon biglietto da visita per il grande pubblico che ancora non li conosce. È una “raccolta differenziata” dei singoli più forti del collettivo bolognese, che viaggia spedito fra elettropop e canzone d’autore, raccontando con ironia e sarcasmo il nostro tempo. Oltre al pezzo sanremese, Una vita in vacanza, arguta riflessione sul mondo del lavoro di oggi, ci sono una rinnovata versione dell’esilarante inno Sono così indie e un duetto “al ragù bolognese” con il conterraneo Luca Carboni in Facile. In più piccoli grandi classici come Amarsi male, Io te e Carlo Marx, Amore ai tempi dell’Ikea e Mi sono rotto il cazzo.

Torna al menu «MUSICA»
Vai alla sezione «TEMPOLIBERO»
Torna all'HOMEPAGE

Commento (0)

Grazie per il vostro commento.

Questo commento ha un contenuto sgradevole?

Il testo sarà controllato ed eventualmente modificato o bloccato.

Il vostro commento

Non avete ancora scritto il commento.

Questo campo deve essere compilato. Grazie.

Campo obbligatorio
Questo campo deve essere compilato. Grazie.










Si prega di commentare nel rispetto della nostra netiquette e degli altri utenti.

LEGGI ANCHE…


L'appuntamento quindicinale

Le analisi di Ceroni su Cooperazione

Parliamo d'arte

La rubrica "Il quadro" di Cooperazione



Login con il profilo di Cooperazione

Chiudere
Fehlertext für Eingabe

Fehlertext für Eingabe

Dimenticato la password?