X

Argomenti popolari

L'ANGOLO DI ARMANDO

Maledetti centesimi

07 gennaio 2019

La settimana bianca organizzata dalle scuole non è più sacra e garantita. Sciare in famiglia è fonte di spese al limite del sostenibile. Altri svaghi si affermano e altre mode affiorano. Eppure lo sci rimane amatissimo dagli svizzeri. Praticato, almeno una volta, dal 37% della popolazione. Seguito in televisione con numeri che solo la nazionale di calcio. Quando poi all’orizzonte si profila la settimana santa dello sci, con le due discese più “tutto” della storia, è boom garantito. Prima Wengen, sulle alpi bernesi. A seguire Kitzbuhel in Austria. L’altra patria del divertimento sulla neve. Dove trasuda passione vera e dove una vittoria ti cambia la carriera. Quando poi è doppietta, come capitato l’ultima volta dieci anni fa a Didier Defago, sali sulla giostra dell’allegria infinita. È quello che chiede alla vita, spesso martoriata dagli infortuni, Beat Feuz. Un anno fa impalato sulla soglia della gloria eterna per le bizze del destino e pochi maledetti centesimi.