X

Argomenti popolari

SPORT

Nuovi re e sci che fu

09 dicembre 2019

Il re ha abdicato e nuovi monarchi ancora non se ne vedono. Eredi potenziali sì, ma nessuno per ora può ambire alla corona che era di Marcel Hirscher. Così come nessuno può togliermi dalla testa che quello che fu non tornerà più. Ancora rimpiango i duelli Stenmark-Thöni o Tomba-Zurbriggen. Quando lo sci era istinto, imprevisto e regalava emozioni vere. Un’era scomparsa come neve immacolata sporcata dalla globalizzazione. Si assomigliano tutti. Nessuno emerge per diversità. Un tempo c’erano le scuole: svizzera, italiana, francese. Ognuna con stili e modi propri di allenar- si e la tecnica era al centro dei risultati. Il materiale è sempre stato importante, ma negli anni è emersa esasperazione totale che ha toccato anche alimentazione, cura maniacale del fisico e sano spirito di improvvisazione e fantasia ridotti a zero. Esagero: si costruiscono e impostano atleti in modalità cloni. E se non ci fosse uno come Beat Feuz sarebbe un mondo di soli robot.