X

Argomenti popolari

ANGOLO DI ARMANDO

Un niente dalla fine

03 giugno 2019

Il palo di Dzemaili (Mondiali 2014). La caduta farlocca di Cancellara (Olimpiadi 2012) e quella di Feuz (Kitzbuhel 2017). Dal calcio al ciclismo, passando per lo sci. Una sequela di attimi che ci hanno tolto il sorriso. Cancellato quello che poteva essere, ma non è stato. Maledetto fato che a volte dà e altre toglie. Stramaledettissimo caso che a un niente dalla fine suona una randellata che ti toglie il respiro. Un soffio di tempo che riempirà in eterno il futuro degli appassionati di hockey a tinte rossocrociate. Mondiale 2019. Si vince contro Canada. Giocando da piccola squadra che sta diventando sempre più grande e che ormai questa partita l’ha vinta. E invece no. C’è un disco nero come la pece che rimbalza dove non deve e dove gli pare. Ma che faccia pure, tanto pare sia finita. Macché. Quando il disco varca la soglia dell’inaspettato, mancano ancora quattro decimi di secondo che scaravoltano tutto per gli sghiribizzi incontrollabili del destino.