X

Argomenti popolari

I mille ruoli del divano

28 gennaio 2019

Il divano, o sofà, è uno degli elementi centrali e insostituibili di ogni abitazione. Siamo pronti a rinunciare a tutta una gamma di mobili, mobiletti, elementi d’arredo; ma al divano proprio no. Insieme al tavolo e al letto, è elemento costituivo di ogni dimora.

Personalmente ho un rapporto molto stretto con il divano (o meglio: i divani) di casa mia. È infatti il luogo dove converso con la famiglia o con gli ospiti; è il posto dove sedersi o sdraiarsi a guardare la tivù o a leggere libri e giornali. È il posto dove sonnecchiare ad occhi (più o meno) aperti. È sul divano che si raggiunge una quiete serafica, ma è anche dai passaggi sul sofà che escono le idee e le riflessioni migliori. Ed è proprio per questa ricchezza infinita di funzioni che chi si sdraia sul divano assume una posizione privilegiata, di colui che non si lascia prendere da isterie del momento, da nevrosi esterne legate all’attimo fuggente, da rimproveri di chi ti dice: «sempre sdraiato sul divano: fai qualcosa, porta il cagnolino a fare pipì, fai ginnastica, eccetera».

Ed è per questo motivo che la scelta del divano è fondamentale e difficile (si veda anche il servizio a pagina 14). In fondo in una casa ci vorrebbero tre o quattro divani diversi, a seconda dello stato d’animo e delle esigenze del momento. È per questo, anche, che non esiste il divano perfetto. Neanche il tanto decantato Le Corbusier (avete già provato a sdraiarvi, con cuscini che vanno in ogni direzione e braccioli che provocano crampi ai muscoli del collo?). Provare per credere.