X

Argomenti popolari

LA STANZA DI CLAUDIA

La speranza non muore mai...

13 agosto 2018

13 agosto 2018

La speranza è quella cosa piumata
che si posa sull’anima
canta melodie senza parole
e non smette mai.
(Emily Dickinson)

A ben pensarci, la speranza è la virtù più importante: se la perdiamo, siamo perduti. Se smettiamo di sperare, in qualsiasi situazione ci troviamo, privilegiata o meno, smettiamo di vivere e tutto viene desertificato dalla paura e dall’ansia. Hanno spesso molta speranza persone che si trovano in periodi o situazioni difficili, e paradossalmente è più facile che ne siano prive persone in situazioni apparentemente avvantaggiate: chi ha tutto, tutto può perdere; mentre chi ha poco o niente, poco o nulla ha da perdere. Depressione e sfiducia sono malattie legate al benessere e alla nostra società della crescita continua, mentre si trovano poco in chi viene da realtà disagiate. A meno che costoro sprofondino nell’inedia, come pare sia in certi rifugiati che raggiungono la Svezia e poi si lasciano sprofondare in uno stato di totale apatia, uno sfinimento studiato a livello psichiatrico al quale gli esperti hanno anche dato un nome, siccome ci piace molto catalogare i dolori e le sofferenze nella convinzione di poter capire tutto e tutto curare. Poi, la speranza è anche una grande malandrina: ci aggrappiamo molte volte a speranze irrealizzabili, anche quando con la parte cosciente e razionale di noi sappiamo che sono voli pindarici, utopie e sogni impossibili: accade che in momenti particolari riaffiorino con potenza dalle nostre profondità, come i kraken delle nostre paure, ma più sibilline, eteree e forse insidiose, come meduse dalle forme opalescenti e bellissime, come sirene irraggiungibili e sinuose, e ci facciano stringere i pugni dal dolore dell’impossibilità. Situazione ben descritta da Lo Stato sociale quando cantano “quando muore la speranza che, brutta stronza, non muore mai…se ti prendo, finisce male!”…