Bisogni essenziali | Cooperazione
X

Argomenti popolari

LA STANZA DI CLAUDIA

Bisogni essenziali

15 ottobre 2019

Una cosa piacevole in questo mondo complicato è semplificare, fare spazio. Vivere con poco, e sentirsi ricchi di tempo, possibilità, spazi fisici e mentali. Pochi abiti, pochi cibi, poche suppellettili: l’essenziale ha una ricchezza che l’abbondanza nasconde. Mi sono accorta di aver eliminato negli anni tante distrazioni, oggetti, impegni e desideri, così da essere sicura che alcune cose non le farò più. Provo un senso di impagabile ricchezza: non salirò su una moto, né su un parapendio o altre amenità evitabili. Non farò viaggi turistici nelle città e nei luoghi del turismo obbligato. Non visiterò outlet, né conferenze o musei che non mi interessano davvero. Non deturperò il mio corpo con tatuaggi, piercing, tinture ai capelli e unghie finte. Da tempo evito avvenimenti che non reputo interessanti, a vantaggio di spazi segreti e di persone che mi coinvolgono. Potrei fare di tutto, con il cielo sopra di me e la coscienza morale dentro di me a darmi un orientamento di base, evitando scelte scriteriate per me e per l’ambiente che ci ospita.